L’analisi della società: consapevolezza e il futuro da condividere

 

 

La società Volley Pesaro vuole ringraziare giocatrici, tecnici, staff, volontari, dirigenti, sponsor, media e tifosi per l’impegno, la passione e l’energia profusa in questa stagione, per aver sostenuto, senza limitazioni, il ritorno in A1 della squadra e la sua permanenza nella massima serie del campionato italiano.

Dichiara la propria piena soddisfazione per il risultato raggiunto, tanto per aver conseguito l’obiettivo primario, salvezza conquistata con 3 giornate di anticipo sulla fine del campionato, quanto per il raggiungimento dei quarti di Coppa Italia e del 7° posto in classifica che ci ha permesso di tornare a disputare anche la prima fase dei playoff scudetto.

Un risultato straordinario, al di sopra di ogni più rosea aspettativa, segno di qualità delle scelte fatte, del lavoro tecnico, atletico, motivazionale e di un ambiente sano che continua a creare i presupposti per lavorare al meglio in campo e generare entusiasmo, attenzione e condivisione anche fuori dal rettangolo di gioco.

Oggi, terminato il campionato 2017/18 abbiamo deciso di affrontare con la massima trasparenza, la fase di impostazione, costruzione e programmazione della prossima stagione e di quelle che verranno.

La pallavolo femminile è uno sport amatoriale di altissimo livello in Italia, forse il campionato di più alto livello al mondo, con budget da sport professionistico e impegno organizzativo di massima difficoltà.

Per serietà verso la città, i tifosi, i dirigenti, i tecnici, le giocatrici, i procuratori, i volontari e la Lega pallavolo femminile nonché per tutti gli appassionati di questo sport e per la storia della nostra società, vogliamo essere estremamente onesti sulla situazione e sulle opzioni esistenti.

Abbiamo chiaro che vogliamo riportare Pesaro a lottare per lo scudetto e riconquistare le coppe europee.

Per poter inseguire tale obiettivo servono programmazione pluriennale, certezze economiche, organizzazione, progetto tecnico, settore giovanile e il supporto di tutta la città.

Crediamo, senza false modestie, di aver dimostrato, salvando nel 2013 la società dalla sparizione, programmando il ritorno in serie A1, ottenendo, quest’anno, la salvezza, unica delle neopromosse, in anticipo e raggiungendo i playoff scudetto, che siamo capaci di generare risultati, entusiasmo, divertimento ed energia positiva, di dare visibilità a sponsor e città, di poter portare avanti progetti, anche ambiziosi, dentro e fuori dal campo.

Ci sono 3 mesi cruciali per completare il lavoro iniziato nel 2017 e portato avanti in questi mesi, serve definire il tutto tra aprile e giugno, per la nuova stagione in A1 e per il progetto pluriennale.

Vanno fatte le pre-iscrizioni, fornite le fideiussioni, definito l’assetto dirigenziale della squadra, stabiliti gli obiettivi stagionali, valutati, negoziati ed eventualmente confermati i contratti di tecnici, staff e giocatrici, vanno scelte le eventuali alternative, organizzato il settore giovanile, vanno programmate le collaborazioni esterne, le attività a sostegno della squadra e degli sponsor, le campagne di comunicazione, organizzati gli impianti e le attività da svolgere off-season e pre-season.

Per poterlo fare, bisogna avere certezze economiche, bisogna avere la copertura di gran parte del budget assicurata, il resto può, logicamente, maturare nei mesi successivi.

Non possiamo e non vogliamo continuare a vivere su promesse e rassicurazioni verbali che, come lo scorso anno, si sono concretizzate solo in minima parte.

Lo dobbiamo a tutte le persone che amano il Volley Pesaro e lo dobbiamo a tutte le persone che lavorano per il Volley Pesaro e, permettetecelo, lo dobbiamo a noi stessi.

Lavoreremo, sul nostro progetto incessantemente per avere quelle certezze entro tali scadenze, prima le avremo, meglio costruiremo la squadra e la prossima stagione.

Se alla scadenza di tale periodo non avremo raggiunto la copertura del budget, come sopra spiegato, prenderemo la decisione più dolorosa e sofferta, rinunceremo al campionato e, con grandissimo rammarico, ci vedremo costretti a rinunciare al nostro sogno, ai nostri obiettivi, lasciando appassionati, professionisti e la città tutta privi dello spettacolo e della visibilità che da il volley ai massimi livelli, della gioia e l’energia che lo sport sano, condiviso, giocato può apportare ai giovani e alla nostra quotidianità.

Go Waves! Forza Pesaro!

 

Barbara Rossi, Giancarlo Sorbini, Andrea Ceccarelli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...