Presentazione libro: La bellezza del numero Angelo Colocci e l’origine dello stato nazione

Per la serie “Pesaro Storie”, proposta dalla Società pesarese di studi storici in collaborazione con il Comune di Pesaro e il liceo “T. Mamiani”, martedì 27 marzo 2018 alle ore 17,30 nella sala conferenze (g.c.) di Confindustria Marche Nord (via Cattaneo 34 – Pesaro) viene presentato,

 

La bellezza del numero
Angelo Colocci e l’origine dello stato nazione

(il Lavoro editoriale 2017, pp. 168)

 

di Giorgio Mangani; l’autore sarà presente.

 

Sulla destra della Scuola di Atene, nella stanza della Segnatura in Vaticano, compare un personaggio che indossa un cappello da mago e tiene un cosmo in mano. Giorgio Vasari pensava si trattasse di Zoroastro. Ma secondo la ricostruzione di questo articolato studio di Giorgio Mangani potrebbe invece trattarsi di Angelo Colocci (Jesi 1474-Roma 1549), studioso di cosmologia, di geografia, delle corrispondenze macro-microcosmiche, presidente dell’Accademia romana, amico di Bramante e Raffaello, segretario apostolico.
Angelo Colocci emerge infatti come personaggio centrale della Roma della prima metà del Cinquecento. Collezionista di antichità, studioso dell’antica metrologia (è lui che identifica il piede romano, che in suo onore verrà detto colocciano), il Colocci si rivela figura decisiva in molti contesti disciplinari, sino a fondare alcuni concetti che poi saranno i capisaldi dello “stato moderno”: tra questi l’impiego dell’eredità culturale, di cui la lingua è un fondamento, come veicolo di sovranità e come elemento di formazione delle classi dirigenti.

 

Giorgio Mangani, storico del pensiero geografico, si occupa di geografia culturale, storia della cartografia, teoria e storia del paesaggio e del territorio. Tra i suoi libri: Il disegno del territorio. Storia della cartografia nelle Marche (1998, con Fabio Mariano); Il mondo di Abramo Ortelio. Misticismo, geografia e collezionismo nel Rinascimento dei Paesi Bassi (1998); Cartografia morale. Geografia, persuasione, identità (2006); Geopolitica del paesaggio. Storie e geografie dell’identità marchigiana (2012); Gherardo Cibo, dilettante di botanica e pittore di paesi (2013); Antichità inventate. L’archeologia geopolitica di Ciriaco di Ancona (2017)

 

La presentazione rientra nel corso “Storia e Cittadinanza”, inserito nella piattaforma S.O.F.I.A. quale attività di formazione dei docenti ai sensi dell’art. 1, comma 124, della legge 107/2015.

 

La cittadinanza è invitata

 

Riccardo Paolo Uguccioni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...