Bomba Fano, motovedette sorvegliano zona

 

Inizio di week end impegnativo per le motovedette della Guardia costiera di Ancona, Pesaro, Fano e del Reparto operativo aeronavale della Guardia di finanza di Ancona che collaborano per monitorare la porzione di specchio d’acqua al largo del porto di Fano dov’è stato depositato l’ordigno bellico trovato il 13 marzo vicino alla spiaggia Sassonia. La bomba, innescata e potenzialmente in grado di esplodere entro 144 ore, aveva costretto le autorità a evacuare 23 mila persone, poi rientrate, dopo la rimozione dell’ordigno compiuta in sinergia dagli artificieri della Marina e dell’Esercito. Guardia costiera e Finanza stanno controllando che venga rispettata l’ordinanza di interdizione delle attività marittime e che i naviganti, accedendo o uscendo dal porto, si tengano sul versante nord ed evitino la zona interdetta. La bomba sarà fatta brillare il 19 marzo dai palombari della Marina Militare se le condizioni del mare lo permetteranno.

 

ANSA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...