Simbiosi. Le parole e la musica

 

 

Venerdì 16 marzo, alle ore 18.00, nell’auditorium della Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro (g.c., piazza Antaldi, 2 – Pesaro), Maria Chiara Mazzi, docente di Storia e storiografia della musica presso il Conservatorio ‘G. Rossini’ di Pesaro, terrà il terzo incontro del ciclo Simbiosi. Le parole e la musica dal titolo “Questo è un nodo avviluppato”: il rapporto fra testo e musica in Gioachino Rossini.

Prima la musica o prima le parole? Nell’eterno dilemma della storia dell’opera, il melodramma della Restaurazione e quello di Rossini sono, da questo punto di vista, un incredibile laboratorio. Non potendo analizzare l’intera vicenda del rapporto dei due mezzi espressivi nel compositore, si sono scelti tre modelli per raccontare questo “nodo avviluppato”: la pratica degli autoimprestiti (l’uso della stessa musica in contesti narrativi differenti), “Mi lagnerò tacendo” (l’uso dello stesso testo per narrare diversi contesti) e la meccanica delle iterazioni. Tutto nella creazione di una sorta di “teatro dell’assurdo” che Rossini modernamente utilizza per mettere in ridicolo le convenzioni di un genere plurisecolare.

Maria Chiara Mazzi (Bologna,1955) è diplomata in pianoforte e clavicembalo a Bologna e laureata col massimo dei voti e la lode in Lettere Moderne ad indirizzo storico e in DAMS. Ha lavorato per il RISM di Kassel e per il DEUMM dell’Utet; ha pubblicato saggi storico-musicali per riviste specialistiche (fra cui il Bollettino del Centro Rossiniano di Studi) e su volumi miscellanei (pubblicati dall’Università Salesiana e da CLUEB); tiene conferenze di argomento storico musicale per varie associazioni, corsi di Storia della musica presso i Licei e realizza i progetti educativi per il Bologna Festival. Scrive programmi di sala per il Teatro Pavarotti di Modena e la Fondazione Musica Insieme di Bologna, realizza guide all’ascolto per rassegne concertistiche (a Bologna, Fano, Modena, Forlì e per festival quali Itinerari Organistici in Appennino e Musicae Amoeni Loci) ed è referente musicologico dell’Orchestra Sinfonica Rossini. Ha al suo attivo numerose pubblicazioni, fra cui Fantasia in musica, in tre volumi (Alice, 2005), In viaggio con Mozart. Città d’Europa visitate dal grande salisburghese (TCI, 2006), Note di celluloide: vite di grandi musicisti raccontate dal cinema (Controvento, 2008), Il bel suonare (Controvento, 2009) e un testo di storia della musica (Raccontare la musica, Eufonia, 2016). Ha tenuto conferenze per gli ultimi anniversari rossiniani a Pesaro e ha collaborato all’allestimento della mostra su Cenerentola a Casa Rossini nell’estate 2017. Dal 1984 insegna Storia e Storiografia della musica presso il Conservatorio ‘G. Rossini’ di Pesaro.

Nell’anno in cui Pesaro, nominata dall’Unesco “Città della musica”, si propone, nel centocinquantenario della morte di Rossini, come laboratorio di riflessione e luogo di fruizione privilegiato della musica, il ciclo di incontri Simbiosi. Le parole e la musica, organizzato dall’Ente Olivieri – Biblioteca e Musei Oliveriani e dall’Associazione “Amici della Biblioteca Oliveriana”, intende mettere a tema l’incontro, radicato fin dalle origini nella nostra tradizione occidentale, fra codici espressivi diversi, grazie al quale

ognuno dei due elementi potenzia il segnale dell’altro e ne amplifica la portata emotiva e comunicativa.

Dalla canzone provenzale, immancabilmente associata, nelle sue origini, al canto e all’accompagnamento strumentale, alla straordinaria stagione dell’opera lirica, che ha visto testo e musica a fasi alterne prevalere l’uno sull’altra, fino alla pervasività della canzone popolare e d’autore che, abbattendo qualsiasi barriera culturale e sociale, è stata ed è capace di racchiudere nel suo breve giro di quattro minuti l’aria di un’epoca e di restituirci l’aria delle nostre personali epoche, ripercorreremo alcuni momenti di questa intensa, e non sempre pacifica, relazione fra la musica e le parole, amalgama capace di produrre un “tutto” che vale sempre più della somma delle sue parti.

L’iniziativa, curata da Chiara Agostinelli, è organizzata dall’Ente Olivieri – Biblioteca e Musei Oliveriani e dall’Associazione “Amici della Biblioteca Oliveriana in collaborazione con la Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro, e gode del patrocinio della Regione Marche, della Provincia di Pesaro e Urbino e del Comune di Pesaro.

Ultimo appuntamento del ciclo Simbiosi. Le parole e la musica, presso auditorium della Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro (g.c., piazza Antaldi, 2 – Pesaro) alle ore 18.00:

venerdì 23 marzo

Simone Lenzi, musicista e scrittore

Per il verso giusto: parole e musica nella canzone

Ingresso libero fino ad esaurimento posti disponibili Info: Biblioteca Oliveriana Pesaro, tel. 0721.33344; biblio.oliveriana@provincia.ps.it ; http://www.oliveriana.pu.it

 

Brunella Paolini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...