Bielorussia-Italia, Minsk-Pesaro ecco la nuova via della seta

 

 

Strepitoso successo per la X edizione di Moda Italia a Minsk, evento organizzato dalla CNA di Pesaro e Urbino

PESARO – Una nuova via della seta tra Bielorussia e Italia. Dopo dieci edizioni “Moda Italia a Minsk”, la manifestazione dedicata alla moda e al fashion italiano, si può ben dire che tra i due paesi ed in particolare tra Minsk e Pesaro si sia creato un canale straordinario per le nostre imprese del tessile abbigliamento, calzature e pelletterie. Già perché l’iniziativa, organizzata quasi per caso cinque anni fa dalla CNA di Pesaro e Urbino e dalla Italian Brand Designer, è diventata in dieci edizioni (due all’anno), una sorta di “Palazzo Pitti” della moda della Bielorussia; un paese che conta 10 milioni di abitanti di cui 2 nella sola Minsk.

Ed è proprio nella capitale della repubblica che “Moda Italia a Minsk”, ha visto sfilare con successo nei giorni scorsi, tanti brand italiani. Nella prestigiosa e sfarzosa “Dipservice Hall”, nel centro storico di Minsk – si è tenuto il defilé che rappresenta certamente il momento più glamour e l’occasione per ammirare le produzioni delle aziende marchigiane e italiane. Sulla passerella di Minsk sono sfilati i marchi Giorgio Fabiani scarpe donna (Fermo); Lunella scarpe bimbi (Monturano); Danilo Di Lea, scarpe donna (Porto Sant’Elpidio); Patrizia Parma piumini (Mantova); Absolut Joy, abbigliamento uomo (Bologna); Sexy Woman abbigliamento donna (Bologna); JMP intimo e moda mare (Pesaro); Corso Principe borse (Fano); Totti swimwear costumi mare (Lecce); LJW orologi di alta qualità personalizzabili (Napoli); Spazio Sira, giacconi in pelle e pellicce (Napoli).

E dopo i bagni di folla delle prime edizioni, ora la sfilata è riservata ai più importanti media nazionali e buyer commerciali (era presente anche l’Ambasciatore italiano Stefano Bianchi). Un defilè di grande classe che ha offerto tutto il gusto, la qualità e la cura dei dettagli delle aziende italiane. Una sfilata che ha letteralmente conquistato gli addetti ai lavori, tanto che alcuni dei brand che hanno sfilato a Minsk, hanno venduto tutte le loro collezioni.     

“Questa volta – commenta Moreno Bordoni, segretario provinciale della CNA e patròn della manifestazione – abbiamo veramente sbancato. Ormai “Moda Italia a Minsk” è diventata un punto di riferimento per la moda di quel paese. Non solo facciamo tendenza, ma anche affari, grazie anche alla grande attenzione dei media che seguono l’evento. Il Full made in Italy è sempre più apprezzato. E’ l’Italia che propone tutto il suo gusto, la sua abilità, la sua capacità di confezionare capi di grande qualità e cura dei particolari che sta conquistando fette di mercato sempre più importanti in Bielorussia e nei paesi dell’Unione euroasiatica nel settore della moda”.

Un’iniziativa resa possibile grazie alla collaborazione con l’Ambasciata italiana e con la Camera di Commercio e Industria nazionale bielorussa. Oltre al segretario della CNA di Pesaro e Urbino, Moreno Bordoni era presente a Minsk, Riccardo Rossetti per la Italian Brand Designer.

 

UFFICIO STAMPA CNA di Pesaro e Urbino

CLAUDIO SALVI

In foto la prestigiosa sede della sfilata: la Dipservice Hall nel cuore di Minsk

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...