Entriamo in punta di piedi nel mondo di Mess. Con foto

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

Massimiliano Negroni, in arte Mess, si è esibito Sabato 24 Febbraio in una sfida ad Amici contro Irama, promettente cometa della canzone italiana, già noto e seguito da numerosi fans per aver partecipato a Sanremo Giovani nel 2016. Mess ha catturato la mia attenzione per l’approccio educato ma nello stesso tempo sicuro con cui ha affrontato il difficile palcoscenico di questo talent condotto da Maria De Filippi, seguitissimo dai giovani e non solo. Ciò che mi ha più colpito, però, sono stati i testi dei suoi inediti, per l’originalità e la profondità dei concetti espressi. Ecco perché ho pensato fosse interessante conoscerlo meglio.

 

-Ciao Mess, puoi parlare brevemente di te e dire da quanto tempo componi canzoni?

“Mi chiamo Massimiliano, in arte Mess, e abito a Castel San Pietro Terme, in provincia di Bologna. Ho 23 anni e mi sono appassionato alla musica solo due anni fa, quando ho ricevuto in dono una chitarra. Da quel momento ho subito cominciato a suonare e a scrivere testi”.

 

-Hai partecipato a qualche altro concorso prima di entrare a far parte del casting di Amici?

“Si, nell’estate 2017 ho preso parte a diverse manifestazioni canore, tutti concorsi di paese, il mio più bel ricordo è legato al contest “CantaRio”, svolto a Castel Del Rio, dove ho vinto il primo premio per la miglior canzone inedita, con il brano: Immaginiamo”.

 

-Quante selezioni hai dovuto superare prima di arrivare ad un passo dall’entrare nella scuola?

“Il mio percorso è iniziato a Maggio del 2017, con un primo provino a Bologna, poi è stato un susseguirsi di provini 3,4,5… a Roma, per arrivare ad Amici Casting, dove eravamo rimasti in 100 ragazzi provenienti da tutt’Italia. Amici Casting è stata per me un’esperienza mozzafiato, che mi ha permesso di conoscere grandi artisti e grandi persone. Superata questa fase, sono restato 5 giorni a Roma, dove i professori e i musicisti di Amici ci hanno preparati per la puntata in diretta del 18 Novembre, nella quale appunto si è formata la classe di Amici, i ragazzi scelti sono stati 24 su 40 ed io sono stato “declassato”. Purtroppo il dispiacere è stato doppio, soprattutto perché stavano nascendo anche le prime amicizie. Dal 18 Novembre al 23 Febbraio ho sempre guardato con attenzione il programma, anche per seguire il percorso dei “miei Amici”, poi il 24 Febbraio mi sono ritrovato nuovamente protagonista del programma, protagonista da sfidante. La mia sfida, per conquistare il banco di Amici, è stata contro Irama”.

 

-Ti sei esibito con due inediti e una cover di Grignani. Parliamo del primo inedito intitolato: Tutti sanno

 

TUTTI SANNO DI QUESTA MALAVITA

E CHE IN VIA DELLA MISSIONE A VOLTE FAN LA BELLA VITA

TUTTI TUTTI TUTTI SANNO DEL CASO PINELLI

E CHE NON SOLO IN PIAZZA VERDI, SI FUMAN GLI SPINELLI!

 

TUTTI SANNO CHE E’ MEGLIO STUDIARE PER DIFENDERSI

DA UN MONDO CHE CI VUOLE SOFFOCARE

TUTTI TUTTI TUTTI SANNO CHE NON SERVE IL SAPERE

PER MOSTRARE IL CULO AL VENTO E RIUSCIRE A GUADAGNARE!

 

TUTTI SANNO CHE STA MORENDO UN BIMBO

PERCHE’ NON HA DA BERE E IL PIU’ RICCO STA A SEDERE

TUTTI TUTTI TUTTI SANNO CHE NON PUO’ VALERE 10€

UN CAFFE’ BEVUTO IN PIAZZA A CARNEVALE

 

TUTTI SANNO PERO’ STANNO ZITTI

E ALLA PEGGIO SUBISCONO I FISCHI

DA QUALCUNO CHE HA APERTO LA MENTE

E NON VUOLE NOTIZIE GIA’ PRONTE

SIAMO TUTTI PADRONI DI NIENTE

ABBIAMO MACCHINE, NON LA PATENTE

PREFERIAMO UN VESTITO ELEGANTE

AL DIRITTO DI DIRE DI NO

 

L’INGIUSTIZIA NON PERDE MEMORIA

COME UN GRANDE LIBRO DI STORIA

RESTA SCRITTA SULLA COSCIENZA

FA INCAZZARE CHI HA PERSO LA PAZIENZA

 

“Tutti sanno nacque quasi un anno fa, tra Marzo a Aprile. Vidi il film Romanzo Criminale in cui si parlava del caso Pinelli, una vera ingiustizia. Sono rimasto talmente colpito dalla storia, che mi è venuta la voglia di dire la mia. Forse sarò stato anche stato ispirato dalla presenza di Pierfrancesco Favino,  uno dei miei attori preferiti! Quando parlo di ingiustizia, però, faccio riferimento soprattutto a quelle di tutti i giorni, che si sentono su internet, sui giornali e in Tv continuamente. A volte quelle più piccole passano completamente inosservate, eppure sono all’ordine del giorno. C’è sempre il Barabba di turno che prova a sottometterti… Il film è stato uno stimolo alla riflessione su questo tema sempre odierno. Quando ho scritto questa canzone ho pensato: magari se mi sento io così, si sentono anche altre persone allo stesso modo, accusate di qualcosa, punite, sottomesse, disgregate ingiustamente… Per questo ho provato a dire la mia”.

-Questa è una denuncia contro il diffuso malcostume che purtroppo domina la società di oggi. Ma cos’è che ti ha fatto scattare la voglia di scrivere una canzone di protesta?

“Come accennavo prima, sicuramente il mio spunto artistico deriva dal quotidiano, dalla visione del film sul caso Pinelli, da una discussione da bar dove ancora si parla di quanto noi siamo sottomessi e frustrati in una società capitalista e alienata da tutto ciò che è superfluo. Spesso ci dimentichiamo chi siamo e da dove proveniamo, siamo più interessati ad avere “ostriche in barca” per farci un selfie, che a scoprire l’essenza della vita”.

-Dove è possibile ascoltarti per scoprire anche la musica che accompagna le tue parole?

“Sul sito www.Wittytv.it è possibile vedere la mia sfida completa con Irama, ed ascoltare anche i miei due brani inediti: “Tutti sanno” e “Immaginiamo”. Presto queste due mie canzoni saranno arrangiate e prodotte da me, grazie alla mia band e al mio produttore Raffaele Montanari. Ad oggi, lavoro con l’etichetta discografica indipendente PMS, di Alfonsine, dove stiamo approntando un mio progetto, un Album che svelerà la mia visione del mondo, tramite le due ispirazioni artistiche che mi rappresentano: l’essere baraccone e anarchico, e l’essere struggente e malinconico”.

-Passiamo al secondo inedito: Immaginiamo.

IMMAGINIAMO UNA STELLA

CHE VIVE SUL MONDO

NON ASPETTA LA NOTTE,

ILLUMINA IL GIORNO

IMMAGINIAMO UN RICORDO

CHE TI CHIEDE SE E’ IL CASO

DI TORNARE DI NUOVO

SENZA PREAVVISO

IMMAGINIAMO UN SORRISO

CHE NON VUOLE ANDAR VIA,

IMMACOLATO,

TI FA SEMBRARE UNA DEA.

IMMAGINIAMO DI NON STARE MALE

SE UNO DI NOI POI SE NE DEVE ANDARE

E POI TI PRENDO PER FARTI CAPIRE

CHE VOGLIO VIVERE

UNA VITA DIVERSA, FUORI DAL TEMPO !

E CHE VENGA SCANDITA, DA UN TUO MOVIMENTO

E IN QUESTO GRANDE UNIVERSO, CHE MI CHIEDO SE TE

SPEZZERESTI IL TUO SOGNO, PER SOGNARLO CON ME?

“Immaginiamo è nata durante i casting di Amici l’estate scorsa. Ero appena tornato da un provino. Era una di quelle giornate troppo calde per fare qualsiasi cosa e dove riesci a respirare solo l’odore della cucina. Mi è venuta all’improvviso l’ispirazione. Sentivo qualcosa dentro, un sentimento particolare. Qudo nasce una canzone c’è sempre un’alchimia speciale. Se la cerchi, non la trovi. Ti trova sempre lei. Quando l’ho scritta immaginavo “una vita  diversa, fuori dal tempo”, come racconto nel ritornello, e “che venga scandita dal  tuo movimento”. Sono partito dal ritornello. Da qui è nato tutto il contorno che ha chiuso il cerchio della mia visione del tempo…”

-Accantonata l’esperienza di Amici, che progetti hai per il prossimo futuro?

“Sicuramente il punto di partenza è il mio singolo, si chiama “Una parte della tua vita”. Sarà in uscita il 16 Marzo 2018 in tutti i digital Store, successivamente anche su Youtube si troverà il video ufficiale della canzone. Come dicevo è il mio punto di partenza, è l’inizio. In programma ho anche tanti live in Acustica, nei pub, nelle piazze con il mio braccio destro Elia Zappata, il mago della chitarra, e diversi live con la Band, per farvi sentire anche il Rock che è dentro di me. Uno degli appuntamenti più attesi è “Imola in musica”, un super evento musicale nel quale avrò il piacere di suonare anche io. Si svolgerà a Giugno, la data ufficiale è ancora da definirsi”.

-Se te lo proponessero saresti disposto a partecipare a qualche serata musicale organizzata a Pesaro?

“Assolutamente si, ho già la chitarra accordata. A parte gli scherzi, ne sarei davvero entusiasta, ogni occasione è buona per esprimere il mio Concept e per lasciare il segno”.

-Ad oggi è molto importante essere attivi sui Social Network, dove possiamo trovarti sul web?

“Assolutamente sì, i miei profili ufficiali sono:

Mess su FACEBOOK

massimess su INSTAGRAM

Trovate qui tutti gli aggiornamenti su di me”.

-Bene Mess e grazie per la disponibilità. Speriamo di ascoltarti presto dal vivo!!!

 

A cura di Rosalba Angiuli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...