San Patrignano e l’Iper, La grande i di Pesaro lanciano la campagna “Io ho scelto la vita” a sostegno delle ragazze

 

Dal 3 marzo al 2 aprile presso le casse dell’ipermercato la raccolta fondi mirata a contrastare il fenomeno  della tossicodipendenza femminile favorendo il recupero e la riabilitazione

 

In Italia, negli ultimi anni, si è registrata una nuova emergenza droga: la recrudescenza dell’eroina e la diffusione delle droghe sintetiche. In questo panorama il dramma tossicodipendenza ha interessato un numero crescente di donne, l’abuso di droghe al femminile è oggi un fenomeno senza precedenti.

Iper, la grande i ancora una volta scende in campo per l’iniziativa sociale di San Patrignano impegnandosi nella campagna “Io ho scelto la vita” ideata per dare voce e sostegno concreto proprio alle adolescenti, ragazze e donne con problemi di dipendenza. 

 

Sono sempre di più, infatti, le studentesse delle scuole secondarie superiori che sperimentano sostanze psicoattive illegali (30%), con un aumento considerevole nel consumo di sostanze definibile “ad alto rischio”, come la poli-assunzione o l’uso quotidiano[1].

 

Dal 3 marzo al 2 aprile, alle casse dei punti vendita di Iper la grande i di Pesaro, sarà infatti possibile donare 2 euro a favore di San Patrignano che dal 1978 opera gratuitamente nel recupero e reinserimento di giovani con problemi di dipendenza.

Nel corso dei suoi 40 anni di vita la comunità San Patrignano ha aiutato, in maniera completamente gratuita, oltre 3400 donne di tutte le età, dai 13 ai 52 anni. Storie che spesso nascondono povertà, famiglie disgregate, violenza e abusi. Sono state ben 2790 le under 30 ospitate, di cui circa 250 minorenni. Diverse le dipendenze riscontrate, a partire dall’eroina (3029 casi su 3400), passando per hashish e cocaina (rispettivamente 2405 e 2292 casi), fino ad arrivare agli allucinogeni. L’85% delle donne aiutate sono risultate poliassuntrici, cioè utilizzatrici di più di una sostanza. Dal 2012, inoltre, la comunità ha iniziato a registrare quante delle neo entrate siano state vittime di abusi fisici e sessuali e, di queste, 1 su 3 è state vittima di violenze. Infine, a confermare la preoccupante crescita della tossicodipendenza femminile in Italia è l’incremento del numero di donne entrare nella comunità di San Patrignano nel 2017, superando gli 80 ingressi per la prima volta dal 2001.

“Quest’anno celebriamo i 40 anni di vita della comunità di San Patrignano, quattro decenni di storia che ci hanno visto protagonisti da pionieri e poi esperti nel contrasto alla tossicodipendenza – dichiara Antonio Tinelli, presidente della Comunità– Ma nel contrasto continuo alla dipendenza c’è ancora tanto da fare e la crescita allarmante dell’uso di droga tra le ragazze ne è un chiaro esempio. È proprio alle donne quindi che vogliamo dedicare la nostra campagna ‘Io ho scelto la vita’, per favorire il loro recupero e farle tornare ad essere parte integrante e attiva della società”.

La comunità di San Patrignano accoglie da 40 anni ragazzi e ragazze con gravi problemi di droga in maniera completamente gratuita e senza richiedere alcun contributo alle loro famiglie né rette allo Stato. I fondi raccolti con la campagna andranno a sostenere le attività quotidiane che la comunità mette in campo per contrastare il fenomeno della tossicodipendenza femminile.  “Io ho scelto la vita” ha la finalità di dare un supporto quanto più efficace a tutte le ragazze che chiedono aiuto alla comunità, per ritrovare riconoscibilità sociale, autostima e realizzazione di sé, grazie anche al sostegno quotidiano di educatori, psicologi e psichiatri. Uno degli obiettivi primari è quello di diffondere nelle ragazze il concetto di cura, rispetto e amore per la propria persona, favorendone il percorso di recupero oltre che il reinserimento lavorativo.

Durante il periodo dal 3 al 22 marzo sarà anche possibile sostenere la campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi “Io ho scelto la vita” inviando un sms al numero solidale 45590. Il valore della donazione sarà di 2 euro per ciascun SMS inviato da cellulari Wind Tre, TIM, Vodafone, PosteMobile, Coop Voce e Tiscali. Sarà di 5 euro per le chiamate da rete fissa PosteMobile, TWT e Convergenze, di 2 e di 5/10 euro per Vodafone, di 5 e 10 euro da rete fissa TIM, Wind Tre, Fastweb e Tiscali.

 

Matteo Diotalevi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...