Ranocchi UTA sconfitti a Firenze (20-0)

 

 

 

Infortunio a Germany, fuori alla fine del 1° quarto

 

 

Partiti speranzosi alla volta di Firenze, i Ranocchi Uta tornano a casa con un particolare che preoccupa più della netta sconfitta (20-0), ovvero l’infortunio di Alex Germany che nel corso del primo quarto, dopo ottime scorribande che avevano messo in allarma la retroguardia toscana, ha subìto una brutta distorsione alla caviglia destra e non è più riuscito a tornare in campo. Sin lì, la gara era ancora da sbloccare.

“C’è l’amaro in bocca dopo questo debutto, ma in realtà lo trovo un punteggio fortemente penalizzante per noi – dice l’head coach Giorgio Gerbaldi -. Non voglio che le mie parole vengano prese come scuse, ma il rammarico di aver giocato tre quarti della partita senza il nostro unico americano resta. Rimanere senza <import> in campo è un dazio troppo alto da pagare a questo livello, soprattutto perché i Guelfi ne avevano tre e non hanno sbagliato quasi niente. Penso di poter dire che i nostri ragazzi italiani hanno onorato l’impegno. Germany? Finchè è stato in campo, l’ho visto benissimo, purtroppo gli infortuni fanno parte del gioco. Ed è stato oltremodo penalizzante perché in una giornata di pioggia del genere, dove il passing-game è improponibile, avere o non avere un runningback con le sue qualità fa la differenza”.

Un esordio che va valutato con delicatezza, senza trarre conclusioni che sarebbero affrettate vista la settimana travagliata: la neve, i pochi allenamenti, il mancato arrivo di Quinn.

“Tutto sommato non siamo andati male, in attesa di Tyren il nostro reparto era senza americani sin dal primo minuto – commenta Alessandro Angeli, assistente della difesa – ma mi sento di chiedere una cosa ai ragazzi: la parte emozionale dev’essere più forte: più grinta e più cattiveria agonistica in campo. Il football, più che uno sport di contatto, è uno sport di collisione”.

 

L’ufficio stampa

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...