Lettera Enpa

 

Tra i fatti di cronaca di questi giorni, anche la triste vicenda della dirigenza Enpa di Roma che è accusata di appropriazione indebita ed è stata al centro di diversi servizi nazionali su Striscia la notizia.

Come volontari della sezione di Enpa Pesaro ci dissociamo totalmente dai misfatti di alcuni dirigenti di questo Ente: il nostro lavoro sul territorio è sempre stato quello di salvare animali in difficoltà, organizzare raccolte per animali dei canili, per quelli residenti in colonie e, come successo a Natale, per gli sfortunati quattrozampe vittime del terremoto nel sud delle Marche.

Per due anni, infatti, ci siamo recati nelle zone terremotate delle Marche, come il 6 gennaio scorso, a consegnare il ricavato di diversi panchetti di raccolta che si sono tenuti in vari negozi per animali della città e durante l’ultimo Natale Amico Cane. Nello specifico, nel comprensorio di Ussita, Visso e Castel Sant’Angelo sul Nera che è ancora “zona rossa”, per portare cibo a gatti che vivono in piccole colonie di 5/7 elementi e che si nascondono nei boschi, per un totale di circa 200 mici. Una trasferta totalmente a nostre spese.

Come Enpa di Pesaro offriamo servizi di volontariato gratuitamente e ci preoccupiamo della formazione di bambini e ragazzi nelle scuole del territorio, oltre all’assistenza ai cittadini in caso di controversie, per animali, o situazioni di maltrattamento.

Noi, volontari di questo territorio, non abbiamo nulla a che fare con i vertici, con i piani alti, che troppo spesso si fanno abbagliare da “guadagni facili”. Enpa Pesaro non sta seduto in poltrona, non “dirige dall’alto”, ma è servizio attivo, ogni giorno, sempre pronto ad intervenire e a combattere contro chi ritiene un animale un oggetto “usa e getta”.

L’orrore è per le persone, quelle marce dentro, che hanno sporcato un nome secolare, che si sono dimenticate degli animali e di noi volontari, caparbi fino in fondo nonostante freddo, solleone, impegni di lavoro, bollette telefoniche ed affitto della sede, benzina a fiumi e macchine nostre scassate.

Noi tutti di Enpa Pesaro, della sezione che abbiamo intestato a Silvia Gadani, sepolta per sua volontà nel cimitero degli animali, siamo anime salve, pulite, oneste di quell’onestà antica dei padri, che ci permette ora di continuare con ancora più forza il nostro lavoro. I nostri magri bilanci sono a disposizione di tutti, e Noi saremo sempre a disposizione di tutti.

ENPA PESARO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...