Iniziato oggi a Fano il Carnevale più antico e più dolce d’Italia. Con foto

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

FANO – E’ iniziato oggi, domenica 28 gennaio, il Carnevale più antico e più dolce d’Italia, non privo di qualche momento di tensione per la novità di quest’anno: il numero chiuso dei visitatori pari a 14.425 persone.

“Finalmente ci siamo – è quanto ha detto la presidente dell’Ente Carnevalesca, Maria Flora Giammarioli -. Non è stato semplice ma alla fine ce l’abbiamo fatta senza stravolgere quasi nulla. Ringrazio tutta l’Ente Carnevalesca, l’amministrazione comunale e regionale. Nonostante le limitazioni imposte per la sicurezza, siamo riusciti comunque ad organizzare un grande evento fatto di cultura, tradizioni e tanto divertimento”.

Il Carnevale di Fano è esploso con i suoi colori in viale Gramsci e in tutto il centro storico già dalla mattina con “Il Carnevale dei Bambini e delle Bambine alla scoperta dei giganti di carta pesta”.

“El Vulón”, interpretato dall’attore Geoffrey Di Bartolomeo, assieme ai membri del consiglio dei bambini, ha accompagnato i presenti in un fantastico viaggio all’interno dei grandi carri di Carnevale.

Il Consiglio dei Bambini ha allestito, inoltre, uno stand nell’incrocio tra via Cavour e viale Gramsci dove sono stati realizzati dei costumi gratuiti per tutti coloro che si sono presentati non mascherati.

Dalle 10,00 in poi, sotto lo sguardo dei giganti di cartapesta, fermi su viale Gramsci, sono esplose le sfilate delle scuole.

Successo dovuto anche al grande lavoro dell’Ente Carnevalesca, la quale è stata in grado di creare e coltivare una rete di rapporti con svariate realtà del territorio, valorizzando anche gli istituti scolastici fanesi.

In concomitanza con il Carnevale dei Bambini, in piazza XX Settembre, sempre dalle 10,00 del mattino, è stato possibile assistere alle sfilate degli amici a 4 zampe.

Si è trattato del Gran Can Can del Carnevale, una sfilata in maschera di cuccioli accompagnati dai loro padroni che da via Cavour è terminata nella piazza centrale.

Durante l’evento, organizzato con la collaborazione di Melampo, Fidomania, Centro Cinofilo Dog Time Asd, Diamoci un Taglio, Melampo e Animalido, cane e padrone si sono travestiti nella maniera più simile possibile.

Il Carnevale, anche per la prima domenica di quest’anno, ha avuto un tocco di internazionalità.

Infatti, alle 11,00, in sala della Concordia, il sindaco Massimo Seri ha ricevuto una delegazione di Gandia (Spagna), con la quale ha stretto un patto d’amicizia. La delegazione ha sfilato poi nel pomeriggio affianco all’Ente Carnevalesca e l’amministrazione comunale.

Alle 15,00, 3 colpi di cannone hanno dato il via alla prima sfilata con il carro dedicato a El Vulón, realizzato da Mauro Chiappa e Fantagruel, seguito dalla Girlesque street band, la prima e unica band di strada italiana tutta al femminile.

Il corteo composto da ben 11 carri di prima e seconda categoria, ha visto poi le novità assolute dell’opera “I Giovani: Colore e Motore del mondo”, relizzata dal Liceo Nolfi/Apolloni, in collaborazione con Fantagruel e del Pesce Azzurro Show. Tra le novità più attese, “La Calunnia è un venticello”, carro oversize di prima categoria dedicato a Gioacchino Rossini, che ha fatto primeggiando lungo viale Gramsci, chiudendo di fatto la sfilata, prima della storica Musica Arabita.

Tra i momenti più importanti della manifestazione, alle ore 16,00 il classico getto di dolciumi, composto da solo cioccolato Rovelli. La Luminaria come sempre ha concluso le grandi sfilate pomeridiane.

 

Rosalba Angiuli

Foto Luciano Pisu

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...