Sabato 27 e domenica 28 gennaio a Mondavio Quintetto di Marco Chenevier

 

Sabato 27 e domenica 28 gennaio il Teatro Apollo di Mondavio ospita Marco Chenevier, regista, coreografo, attore e danzatore con Quintetto, uno spettacolo che parla del presente in maniera intelligente e approfondita proposto – in collaborazione con Associazione Asini Bardasci per Anche questo è teatro – nel cartellone di TeatrOltre, la più ampia rassegna regionale multidisciplinare di 32 appuntamenti di teatro, musica e danza del presente promossa da AMAT con i Comuni del terrirotio tra i quali quello di Mondavio, Regione Marche e MiBACT.

Lo spettacolo parte dall’analisi delle relazioni umane, sociali e politiche per tradurle in danza. Lo strumento principale è il corpo; esso infatti, in quanto veicolo terreno e temporale, è l’ambito favorito per esplorare l’arte del presente e la contemporaneità, proprio per la sua natura effimera. Ironico e tagliente, lo spettacolo, prodotto da Aldes e TIDA – Teatro instabile d’Aosta, ha vinto il secondo premio del pubblico al Mess Festival 2015 di Sarajevo e il primo premio come miglior spettacolo del Be Festival 2015 di Birmingham.

Marco Chenevier è regista, coreografo, attore e danzatore. Il suo lavoro è semplice e immediato, tuttavia utilizzando linguaggi diversi, dal grottesco alla danza, dalla poesia alla recitazione, conquista l’attenzione e la complicità del pubblico. Quintetto è uno di quegli spettacoli che parla del presente, inteso come il tempo ordinario e il periodo storico in cui viviamo, in maniera intelligente ed approfondita, mai banale.

Scrive Marco Chenevier: “Il 5, nell’esoterismo, è il numero che simboleggia la vita universale, l’individualità umana, la volontà, l’intelligenza, l’ispirazione e il genio. Simboleggia anche l’evoluzione verticale, il movimento progressivo ascendente. Per l’esoterismo il 5 è il numero dell’uomo come punto mediano tra terra e cielo, e indica che l’ascensione verso una condizione superiore è possibile. Esso contiene la sintesi dei cinque sensi, il numero delle dita di un uomo, è la base decimale matematica, è il numero del pentacolo ed il numero della stella a cinque punte. Si tratta di una cifra dell’uomo, a cui gli uomini hanno attribuito significati trascendentali fin dalla notte dei tempi. Ma oggi c’è la crisi”.

Per informazioni e biglietti (posto unico 10 euro): Biglietteria Teatro Apollo 339 4518693.

Inizio spettacolo sabato ore 21.30, domenica ore 17.

 

 

Barbara Mancia

ufficio stampa

AMAT

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...