Sala E. Tomasucci del Job Center gremita di persone per l’iniziativa Circoli Centro e Porto Soria del Pd

 

 

Siamo a fine legislatura e il popolo del Pd, in particolare dei Circoli Centro Mare e Porto Soria, si è riunito congiuntamente nella sala E. Tomasucci del Job Center per ascoltare due esponenti, uno centrale, la senatrice Camilla Fabbri e l’altro l’assessore al Bilancio del comune di Pesaro, Antonello delle Noci, fare il punto sui risultati di questa lunga e faticosa legislatura. Presenti i due segretari di circolo Storoni e Marinucci. Luca Storoni ha voluto sottolineare come occorra un certo ottimismo per il futuro e come la parola democratico non si può barattare con una lite o cambio di segreteria. “Veniamo, ha proseguito il segretario Storoni, da un periodo di crisi reale e percepita anche dolorosamente. Questo ha lasciato delle cicatrici che con sforzi collettivi dobbiamo far richiudere. In questi 5 anni vi è stato un coinvolgimento dei territori. A Pesaro si è sbloccato il patto di stabilità, che ci ha permesso di avere finanziamenti per aprire numerosi cantieri. Poi le leggi e le riforme: job act, riforma costituzionale e, soprattutto, la salvaguardia dei diritti nella legislatura. I dati Istat ora sono positivi e sono incomprensibili le contrapposizioni su articolo 18 e voucher. Occorre una fiducia in se stessi per il bene del Paese, evidenziando la responsabilità prima della convenienza”.

Per la senatrice Camilla Fabbri occorre invertire la tendenza di cosa si dice di noi in giro. “I dati economici parlano chiaro. Che cosa abbiamo ereditato dal marzo 2013? Nel 2009 vi è stato un calo del Pil del -5,5% nel 2012 del 2,8% e nel 2013 del 1,7%. In questo momento interrompere questo miglioramento economico è deliquenziale. Se prendiamo le alternative al Pd, vediamo un centro destra con tutte le differenze fra loro, compreso il rapporto con l’Europa. Non parliamo poi di Cinque Stelle che non hanno fatto una proposta di legge in cinque anni, anzi si pongono pregiudizialmente contro leggi come quella su Raffaello, che vuole salvaguardare la cultura non solo di Urbino. Come si può negare all’Italia di parlare di identità culturale? Passando alla legge di bilancio, abbiamo fatto tante leggi a favore dei giovani, delle imprese, che servono per una ripresa industriale”.

Per l’Assessore Antonello Delle Noci “le politiche del bilancio 2018 si basano sullo slogan meno tasse e tariffe, più investimenti e occorre guardare al futuro. Innazitutto è calato il debito pro capite a Pesaro che attualmente è 350 euro per cittadino. Vi è stata anche una drastica spending review, con un risparmio della spesa con un taglio di dirigenti da 18 a 9. Poi la riduzione delle tasse. La Tari con un calo del – 1,5% e conseguenti agevolazioni. La tasi i cui effetti andranno a favore del potenziamento della video sorveglianza e la diminuzione dell’Imu a favore delle giovani coppie. Vi sarà una riduzione delle tariffe delle mense scolastiche e il blocco per altre tariffe. Potenziato il fondo anticrisi per aiutare le famiglie in difficoltà che è arrivato a 250.000 euro. Unione dei comuni con una popolazione in totale di 140.000 abitanti e per Pesaro abbiamo 60 milioni di euro da investire. Migliorate le politiche educative con l’assunzione di maestre. Gli investimenti e l’uso dei fondi europei (23 milioni di euro). Vi è in corso il bando di 5 milioni di euro per sistemare il San Domenico e l’inizio dei lavori nell’ex tribunale.Verrà potenziata la sicurezza con l’assunzione di 6 nuovi vigili e 60 nuovi dipendenti comunali. Infine ricordiamo un milione di euro dal ministero della cultura per il Museo Rossini”.

 

Paolo Montanari

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...