Paspa Pesaro Rugby pronta a ripartire contro Florentia. Mazzucato: “La sosta toglie continuità, ma noi non abbiamo mai staccato la spina”

 

PESARO, 10 gennaio 2017 – La lunga sosta della serie B di rugby è in fase di esaurimento (l’ultima partita è stata il 17 dicembre), domenica si ricomincia con la decima di campionato fra Pesaro Rugby e Florentia al Toti Patrignani (ore 14.30), ma per la Paspa capo-classifica non sarà una definitiva full-immersion nel campionato. Perché si andrà in campo per tre partite e poi ci si fermerà di nuovo, con due mini-soste a inizio e fine febbraio.

Un campionato a singhiozzi che per chi è al comando rappresenta un ostacolo in più: «Le soste sono deleterie quando si è immersi in un percorso di crescita come il nostro – ribadisce il concetto coach Nicola Mazzucato – Fermarsi toglie continuità, toglie concentrazione e in qualche modo costringe a riprendere da capo alcuni principi di gioco». Il tecnico veneto è però soddisfatto dell’applicazione con cui si è lavorato anche lontano dagli impegni ufficiali: «Ci siamo allenati con l’idea che le feste non ci togliessero ritmo – precisa – C’è stato un importante carico fisico di lavori specifici in palestra con il preparatore atletico Giancarlo D’Amen e, da inizio gennaio, un prezioso percorso di allenamenti congiunti con l’under 18». Pollice in su al mantenimento della coralità del gioco, ma con inconvenienti – vecchi e nuovi – da fronteggiare: continua infatti ad essere indisponibile Fagnani, così come Solari è alle prese con un delicato problema al nervo sciatico. Da ultima si è aggiunta l’operazione al naso di Cristiano Salvi e qualche influenza importante: su tutte quella di Giorgio Erbolini che resta sotto osservazione in vista di domenica. Quando ci sarà una partita in cui si ha tutto da perdere. Contro la squadra di Firenze scivolata al penultimo posto dopo l’inquietante filotto di sette sconfitte consecutive: «Ma questo resta un campionato strano – tiene le antenne dritte Mazzucato – in cui i risultati del passato hanno peso relativo, a maggior ragione quando aleggia l’incognita di una sosta che tende a livellare gli equilibri. Noi abbiamo un primo posto da difendere e vogliamo farlo giovandoci della continuità di lavoro che abbiamo potuto metterci durante la sosta».

 

 

Ufficio Stampa Pesaro Rugby

Daniele Sacchi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...