Un concerto meraviglioso dove vi è stato un connubio fra musica e solidarietà nella chiesa di San Giorgio a Borgo Massano

Foto di repertorio

 

Il coro di Città futura di Vallefoglia, come è tradizione da molti anni, segue il preregrinare della Madonna del Giro, l’immagine miracolosa della Vergine, che ogni anno passa da una località ad un’altra, mantenendo viva la devozione mariana. Quest’anno l’immagine venerata della Madonna è nella chiesa di San Giorgio a Borgo Massano frazione di Montecalvo in Foglia. E in questo contesto che si è svolto un meraviglioso concerto, un omaggio musicale alla Vergine di due cori diversi fra loro per programmi e impostazioni vocali, ma entrambi di grande livello artistico. Presente il sindaco di Montecalvo in Foglia, che si è detta entusiasta per l’iniziativa. I cori protagonisti della serata dal titolo Dio si è fatto fanciullo e rientra nella serie di concerti a favore di Africa mission, associazione di solidarietà fondata da don Vittorione. E la serata presentata dal presidente del coro di Città Futura, Donatella Bastianelli, ha voluto proprio avere questa doppia valenza: la solidarietà, con in progetti realizzati con i fondi raccolti con il ricavo dei concerti del sodalizio vocale di Vallefoglia e la musica che è una delle poche espressioni artistiche che può trasmettere pace e fratellanza fra i popoli. Un ringraziamento per la serata dal responsabile di Africa Mission di Pesaro e Urbino, il sig.Paci , e un omaggio morale a Franco Bezzicheri, corista decano e presidente onorario di Città futura, che tanto ha fatto in questi anni per aiutare i bambini, il progetto children smiles, che quest’anno dovrebbe portare alla donazione di auto equipaggiata per quella terra d’Africa martoriata, dove vi è un’invasione dei cinesi, che si stanno costruendo case, strade ma che, secondo gli esperti di politica internazionale, potrebbero trovare in quell’immenso continente una longa manus, del loro strapotere economico. Ma passiamo alla presentazione dei cori e dei loro programmi. Il coro polifonico “I Cantori della città futura” è un coro di recente formazione. Il progetto nasce da un’idea del suo ex presidente Franco Bezzicheri, ottiene il patrocinio dell’Unione degli attualli comuni di Pian Bruscolo, in quanto recentemente il comune di Montelabbate ne è uscito, e diventa realtà il 3 maggio del 2007, sotto la direzione del M.Valentino Bastianelli. Questo coro, che attualmente si compone di 34 elementi, è un insieme di non professionisti, uniti dal comune amore per il bel canto. Dopo il suo debutto,avvenuto nella chiesa di San Francesco ad Urbino, il 16 dicembre 2007 nell’ambito della rassegna “Dio si è fatto fanciullo”, il coro ha tenuto applauditissimi concerti nella provincia di Pesaro e Urbino, avvalendosi anche della collaborazione di cantanti solisti, come Francesca Sassu, soprano, il noto tenore Alessandro Moccia che sarà Don José nella Carmen di Bizet, di prossima produzione del coro di Città Futura, Paola Saso e di giovani strumentalisti già molto affermati come Rodolfo Leone (pianoforte), Javier Eduardo Maffei (sassofono), Filippo Fucili ecc. Con la nuova direzione del poliedrico maestro Stefano Bartolucci, pianista, direttore d’orchestra e del coro e compositore, il coro ha avuto una svolta verso l’indirizzo lirico. Tante le partecipazioni a opera liriche nei maggiori teatri marchigiani e al teatro La Regina di Cattolica: Traviata, Boheme, Rigoletto, Cavalleria Rusticana, Il Barbiere di Siviglia e Cenerentola. Il repertorio di questo coro che si sta affermando fra i più preparati a livello regionale spazia dai brani sacri con vari autori, Haendel, Bartolucci e Moart, fino al repertorio rossiniano, verdiano, donizettiano, di Mascagni, fino ad autori contemporanei come De Marzi e Cardosa.

IL PROGRAMMA

Si è iniziato con due brani omaggi alla Vergine. La celebre Ave Maria di Rossini, nella partitura Salve Regina, un cammeo di preghiera al ritratto miracoloso della Vergine del giro, figura celestiale che il vecchio Rossini, nella ultima fase esistenziale, nonostante la sua posizione scostante, pregò molto e sentì vicino come un conforto materno, da cui fu sempre influenzato fin dall’infanzia. Un’interpretazione sublime del coro a quattro voci con l’alternanza dei piani e dei forti. E’ seguita una pagina lirica La Vergine degli Angeli tratta da La forza del destino di Verdi.. Anche qui il coro alternandosi alla voce solista, ha trasmesso emozioni un vero pathos anche drammatico per chiedere un aiuto materno. E veniva in mente la Madonna del Parto di Piero della Francesca, che accoglie l’umanità nel suo grembo. Quindi tre brani natalizi. Adeste fideles di John Francis Wade, un classico della letteratura musicale, la ninna nanna Note Santa, di difficile interpretazione fra le quattro sezioni, con momenti in cui ci si innoltra verso note dissolventi e la celebre La Peregrinacion da Navidad Nuestra di Ramirez, una pagina meravigliosa dove lo spirito dell’annunciazione è seguita dalla migrazione dei pastori, una migrazione, un esodo che ritroviamo spesso drammaticamente anche ai nostri giorni, sperando che la luce della Fedem del Cristo che si è fatto uomo, rimanga nei nostri cuori. Si è poi passati alla sezione lirica del programma, con Habanera da La Carmen di Bizet, la celebre pagina dello sfortunato compositore francese, morto a 35 anni, interpretata con determinazione e coraggio, dalla febbricitante soprano Francesca Sassu, con passione. Poi l’apoteosi del canto lirico, con la romanza di Don José con il tenore Alessandro Moccia, che sarà Don José nella Carmen che la produzione del Coro di Città Futura porterà nel mese di aprile 2018 nei teatri di Fabriano, Cagli, Cattolica, Urbino. Moccia, è un tenore che ha delle grandi potenzialità vocali e la sua interpretazione passionale, dell’innamorato don José nei confronti di Carmen, ha veramente esaltato un personaggio, che nell’opera rischia di essere scchiacciato dalla forte personalità di Carmen. Infine il medley Viva Verdi arrangiamento del maestro Stefano Bartolucci, sulle arie più belle tratte da Traviata e Rigoletto.

L’altro importante coro che ha partecipato alla grande serata musicale è stato il Coro polifonico Jubilate di Candelara, formatosi nel 2000, da un gruppo di candelaresi appassionati di musica corale. Attualmente il coro è composto di 25 elementi, che affrontano un repertorio che va dalla musica medievale al barocco con particolare attenzione ad un approfondito studio tecnico, vocale e stilistico senza mai perdere l’espressività e la freschezza che lo contraddistinguono. Per quanto rigura la musica medievale ha approfondito la conoscenza dei canti del Llibre Vermeil di Monserrat, il Laudario di Cortona, ecc. Musica rinascimentale con madrigali, canzonette, e mottetti e musica corale con Orchestra La Passione de Cristo secondo Marco di Orlando di Lasso, la cantata Actus tragicus di Bach, The Fairy Qeen e Dido and Aeneas di Purcell ecc. Il coro Jubilate ha partecipato a numerose rassegne corali nazionali e internazionali. Nel 2004 ha intrapreso l’organizzazione del Festival di Musica Antica Amoeni Loci. Il coro dal 200 è diretto dal maestro Willem Peerik, che oltre ad essere un grande studioso do musica anticae direttore di coro, è anche un celebre clavicembalista.

IL PROGRAMMA
Si è iniziato con Verbum Caro factum est tratto dal Canconiero de Uppsala (1556) con Villancicos de diversas autores. Poi El grillo è buon cantore di Josquin Des Pres (1450-1521), Il bianco e dolce cigno di Jacob Arcadelt (1505- 1569), Scaramella va alla guerra di Des Pres, Sentomi la formicula sulla gambetta di Azziulo (1540-1569), la celebre Matona mia cara di Orlando di Lasso (!532-1594) , Vecchie letrose non valete niente di Adrian Willaert (1490-1562), Riu, riu, chiu dal Canconiero de Uppsala (1556) e Orientis Partibus di Beauvals Francis sec. XIII
Una grande interpretazione a cappellla d un coro che è una delle principali formazioni polifoniche delle Marche

Paolo Montanari

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...