Al via da domani fino al 6 gennaio ad Urbania la Festa Nazionale della Befana

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

La Befana avrà una casa da Oscar

 

 

URBANIALa Befana ormai da anni è di casa ad Urbania dove, in corso Vittorio Emanuele, è visitabile tutto l’anno la sua casa. Non un’installazione temporanea, ma una casa vera e propria, posta proprio sotto l’ufficio del sindaco di Urbania: quattro stanze in muratura più un cortile esterno dove la dolce vecchina parcheggia la sua scopa volante.
UNA CASA DA OSCAR La Befana forse però non si aspettava che ad arredare la sua casa per quest’edizione sarebbe stato Egidio da Casteldurante, al secolo Egidio Spugnini, incisore, pittore escenografo di Urbania di casa a Cinecittà che, dopo aver collaborato coi grandi registi del cinema italiano, da Risi a Monicelli, si è ora dedicato ad allestire ed arredare la Casa della Befana.
Spugnini, 72 anni, ora in pensione, ha prestato le sue scenografie anche a “Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto” film di Elio Petri con Gian Maria Volontè che vinse il Premio Oscar come miglior film straniero del 1971.
Spugnini e il suo staff hanno curato e dato nuova vita alla Casa della Befana ora pronta col suo nuovo look ad ospitare la dolce vecchina. La casa è formata da 4 stanze più un cortile interno per un totale di circa 70 metri quadri. In questa casa vive la Befana per cui in ogni stanza si può trovare segno del suo passaggio e della sua vita quotidiana: il grande letto di foglie, il calderone nel quale cucina, la grande sedia che usa quando lavora ai ferri per allungare la calza più lunga del mondo ed il camino davanti al quale racconta splendide storie ai suoi piccoli ospiti. A questi ambienti si aggiunge un cortile interno che funziona anche da parcheggio per la sua scopa volante.
Al centro della casa c’è la statua in ceramica della Befana a cavallo della scopa realizzata dall’artista durantino Orazio Bindelli in un’esibizione pubblica durante una recente edizione della Festa Nazionale.
La casa è arredata con tanti elementi della tradizione contadina dell’Alta Valle Metauro e con materiali di recupero. Nella casa troviamo gli attrezzi dei vecchi mestieri ed i giochi del passato, assieme alle creazioni in legno della ditta Bartolucci di Urbino, il tutto sottolineato da sapienti giochi di luce ed effetti speciali disegnati da Spugnini per mettere in risalto ogni particolare della Casa. Da tutte le finestre inoltre, tramite installazioni di immagini, si possono vedere scorci di Urbania e degli altri comuni dell’Alta Valle del Metauro. Nel cortile interno invece la tradizione di quella che era la “valle del Jeans” incontra la Befana: il celebre tessuto denim diventa infatti lo sfondo per un bellissimo cielo stellato.
Domani 4 gennaio, apertura della festa, sarà la prima occasione per visitare la nuova Casa delle Befana, ma le attrazioni non finiscono qui.
IL PROGRAMMA Già dalle 10 il centro storico di Urbania si anima di esibizioni, spettacoli e laboratori per grandi e piccini, ma è alle 15 che va in scena il primo momento imperdibile.
Nel palco centrale, in piazza San Cristoforo, il sindaco Marco Ciccolini consegna alla Befana le chiavi della Città: per tre giorni la dolce vecchina sarà a capo di Urbania e trasformerà l’antica Casteldurante nella sua capitale.
Dalle 15.30 gli spettacoli di marionette e la danza aerea infuocata ci introdurranno al momento della sfilata della Calza più lunga del mondo (oltre 50 metri), portata per le vie del centro dalle befane e da tutti i bambini. Alle 17.30 l’appuntamento più atteso: la Befana a cavallo della sua scopa scende dal campanile della Torre civica e lancia dolciumi e caramelle a tutti i bambini. Alle 18.30 invece sul palco centrale la compagnia teatrale San Costanzo Show porterà in scena lo spettacolo “Befane si Nasce”. Alle 21.15 nella Basilica Concattedrale di Urbania chiuderà la prima giornata di Festa il Concerto dell’Epifania che vedrà la partecipazione di Piccole Voci Durantine, Voice of colors e Schola Cantorum di Urbania e della Corale Polifonica Don Licio Guidi di Peglio.

 

UFFICIO STAMPA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...