Presentata la 21esima edizione della Festa Nazionale della Befana

 

 

 

Oltre alla Calza più lunga del mondo si tenta il record per la corsa con più Befane

 

PESARO – Presentata a Pesaro, da Tipico.tips, la ventunesima edizione della Festa Nazionale della Befana di Urbania. Tante le novità presentate dal presidente della Proloco Casteldurante che organizza l’evento: <Dal 4 al 6 gennaio Urbania sarà la città della Befana -ha detto il presidente Francesco Bolognini-:aumentano gli spettacoli, 30 in tre giorni, si confermano i record della calza più lunga del mondo e della Sciarpa dell’Amore e resiste il grande classico della discesa dal campanile. Sarà l’anno dei laboratori, gli artisti non solo si esibiranno ma faranno conoscere il loro mondo: circo, magia, giocoleria e cucina. Nel cortile del palazzo ducale spazio poi ai sapori con l’esposizione dei prodotti tipici e la Credenza della Befana con assaggi e degustazione a km0>.

Dovrà cedere per tre giorni le chiavi della città alla Befana, ma è felice dell’evento il sindaco Marco Ciccolini: <Anche quest’anno ottimo lavoro della Proloco, che presenta un programma corposo e molto valido. Vedremo tantissimi turisti, le strutture sono quasi al completo, la Befana è una risorsa importante non soltanto per la città ma per tutto il territorio provinciale a livello turistico. Con queste iniziative si valorizza Urbania: dobbiamo vedere sempre di più il territorio come unione anche per mettere in rete gli eventi>. La Regione Marche è vicina alla Festa della Befana con il vicepresidente del Consiglio Regionale Claudio Renato Minardi: <La Befana in Italia è la Befana di Urbania, ormai punto di riferimento a livello nazionale. Urbania è già un brand per la Befana, identificare un luogo con un evento ci aiuta ad attrarre famiglie e visitatori: chi viene sul territorio vede le eccellenze e la qualità. Anni fa avemmo l’intuizione di mettere in rete gli eventi di Natale come Provincia, oggi quell’intuizione ci da ragione perché con la promozione siamo diventati un punto di riferimento. Quest’anno l’impegno è preso come Regione nel continuare a promuovere l’evento a un livello importante. Il territorio ha una grande capacità di attrarre turisti grazie ad appuntamenti di qualità. L’obiettivo è quello di estendere la rete di eventi anche al resto della regione per aumentare le opportunità. La Regione ha sostenuto la Befana sia dentro il circuito “Il Natale che non ti aspetti” , poi con la legge di assestamento siamo intervenuti a sostegno della Befana con ulteriori risorse>.

Damiano Bartocetti, presidente dell’Unpli provinciale ha sottolineato il lavoro fondamentale dei volontari, nella nostra provincia oltre 6mila: <Senza di loro i comuni non riuscirebbero a fare queste manifestazioni, guidate da passione ed amore per il territorio. La Regione ci ha messo in ottime condizioni per poter lavorare con una promozione nazionale. Importantissimo il lavoro di Minardi che da sempre è vicino alle Proloco. La Befana è anche la festa conclusiva de “il Natale che non ti aspetti”, manifestazione importantissima di promozione del territorio che sta innescando un meccanismo che è arrivato anche ai tour operator stranieri. Il prossimo step sarà formare i volontari per l’accoglienza turistica>.

Novità dell’edizione 2018 sarà il completamento della Casa della Befana, in corso Vittorio Emanuele, proprio a fianco del Municipio. Composta da quattro ambienti, circa 70 metri quadri, più un cortile interno, la casa della dolce vecchina è stata arredata e pensata dallo scenografo durantino Egidio Spugnini, già collaboratore dei grandi registi italiani come Dino Risi e Mario Monicelli.

Nella casa della Befana si fondono tradizione e modernità, condite da un pizzico di magia: troviamo al suo interno le vedute del territorio e gli strumenti degli antichi mestieri ma anche il letto della Befana ed il camino davanti al quale racconta favole bellissime ai suoi piccoli ospiti.

Si chiamerà invece Befana Run4Fun la corsa non competitiva che prenderà il via la mattina del 6 gennaio organizzata dall’associazione Knight Race: tutti i concorrenti, vestiti da Befana, dovranno superare di corsa dieci ostacoli disseminati per il centro storico di Urbania in una gara non competitiva. L’obiettivo? Battere il record per la corsa con più partecipanti in costume da Befana! Parte del ricavato sarà devoluto al Centro Socio Educativo Francesca e all’Associazione Sclerosi Multipla.

 

Ufficio Stampa
Andrea Angelini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...