Rubrica editoriale a cura di Paolo Montanari, Leggere, leggere….riflettere

Siamo alla fine di un anno ricco di emozioni nel bene e nel male. Per alcune ore di riposo ma anche di suspance, consiglio ai nostri lettori due libri su due grandi pittori Raffaello e Caravaggio.
Il primo di Antonio Forcellino si intitola RAFFAELLO – Una vita felice (ed.Laterza). Antonio Forcellino è tra i maggiori studiosi europei di arte rinascimentale. Ha realizzato restauri di opere di valore assoluto, come il Mosè di Michelangelo e l’Arco di Traiano. Come storico, la sua attenzione si rivolge da sempre a tutta la ricchezza del fare arte, ai contesti storici, alle tecniche e ai materiali, alle radici psicologiche e biografiche dei grandi capolavori. Autore di una ricca letteratura scientifica, ha pubblicato 1545 libri. Gli ultimi giorni del Rinascimento e Michelangelo. Una vita inquieta. Raffaello l’artista che sembrava inutilizzabile per la modernità, perchè privo di tormento e inquietudine, diventa l’espressione più forte e trasgressiva della modernità, perché mette al centro della nostra osservazione il prodotto di una vita che supera ogni conflitto, che ricompone ogni tensione culturale, sociale ed erotica, che approda a una grazia naturale senza presupporre l’ispirazione divina. Tutto questo è avvenuto nel Rinascimento romano in cui i conflitti tra spirito e religione, individualità e collettività, restano miracolosamente sospesi, liberati da vincoli ideologici. Una stagione diversa da quella attuale, sicuramente più libera da false mode e culture.

Alex Connor, autrice di molti thriller e romanzi storici, per lo più ambientati nel mondo dell’arte, fa del personaggio Caravaggio, il suo personaggio principale. Infatti, dopo la fortunata pubblicazione del 2016, COSPIRAZIONE CARAVAGGIO, ora con CARAVAGGIO ENIGMA, un grande thriller pubblicato sempre dalla Newton editore, si vuole ripetere non solo per il successo editoriale, ma anche per l’attaccamento al più grande pittore italiano, un mistero pittorico nella vita e nell’arte. La storia. Il giovane Caravaggio è cresciuto come un reietto. Cacciato dalla famiglia, ancora adolescente è stato costretto a fuggire da Milano perchè accusato di omicidio. Quando arriva a Roma scopre presto che l’accecante bellezza della città nasconde anche un aspetto pericoloso e sinistro; sopravvivere nel quartiere degli artisti significa destreggiarsi tra ricchi committenti e spietati criminali. Sotto la protezione del cardinale Del Monte, Caravaggio inizia la sua turbolenta ascesa, intrecciando una relazione con la musa Fillide, “la più famosa puttana di Roma”. Con la gloria cresce anche la sua arroganza, e Caravaggio si troverà a un bivio dal quale non potrà più tornare indietro. Di nuovo nella polvere, di nuovo in fuga, con una taglia sulla testa. Una storia fra arte e piaceri del più enigmatico pittore di tutti i tempi

 

Paolo Montanari

Un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...