Paspa Settebellezze. Erbolini dopo la settima vittoria: “Sempre più convinto della mia scelta di vita con Pesaro”

 

PESARO – La Paspa Pesaro Rugby ha calato anche il “Sette Bello”. Contro I Medicei è arrivata la settima vittoria su sette partite giocate in serie B dai giallorossi pesaresi. Sette capitoli dei quali non ha saltato nemmeno un minuto il 21enne Giorgio Erbolini: «Ma mi sono riposato in questo mese di sosta» scherza il giocatore cresciuto a Viadana che è stato uno dei fiori all’occhiello del mercato estivo della Paspa dopo tre anni giocati a L’Aquila culminati a maggio scorso con la finale del campionato di serie A, persa proprio con I Medicei.

Che hanno guadagnato l’Eccellenza, ma che hanno dirottato nella seconda squadra fiorentina allestita per la serie B quei giocatori da A che non potevano trovare spazio nel massimo campionato: «Domenica ho rivisto soltanto un paio degli avversari di quella finale – ricorda – per noi è arrivata una vittoria importante. Perché la partita si presentava ricca di insidie. A cominciare dal riprendere confidenza col campo dopo la lunga inattività. Siamo partiti un po’ nervosi, poi è emersa la nostra qualità a livello organizzativo e quel consueto calo mentale nel finale di gara che fatichiamo ad evitare. Peccato perché oltre alla vittoria, anche la conquista del quinto punto di bonus era alla nostra portata».

Per la Paspa è stata una gara ricca di novità. Con defezioni controbilanciate da aggiunte d’organico. Come quella del sudafricano Lyle Joubert: «Che – analizza Erbolini – nonostante sia appena arrivato ci ha subito mostrato la differenza che può fare la regia di un numero 10 vero in un ruolo dove finora abbiamo avuto soluzioni un po’ arrangiate, ma sopperite da chi ci si è adattato con grande impegno. Ora possiamo crescere con un giocatore che sa usare bene il piede e ha visione di gioco».

Sette vittorie sono un filotto fantastico, ma Erbolini ammonisce dal ritenerlo una cavalcata trionfale: «La strada è quella giusta, ma il campionato di B è molto lungo e la concorrenza rimane estremamente agguerrita». Basta vedere come Livorno e Bologna stiano comunque tenendo il ritmo della Pesaro Rugby e con due vittorie da 5 punti nell’ultimo turno hanno rosicchiato un punto di ritardo sulla squadra di Mazzucato. Che ora ha un margine di quattro punti sulle due inseguitrici. Domenica match in trasferta, con la Paspa sarà nella tana del Parma 1931, quarto in classifica a 6 punti dai pesaresi.

Intanto, dopo più di tre mesi trascorsi a Pesaro, Erbolini è sempre più convinto della scelta di vita (oltre che di sport) con la Pesaro Rugby: «Mi sto trovando benissimo – dice – L’Aquila era una splendida realtà di rugby, ma lì faticavo ad avere quella tranquillità che ho trovato a Pesaro. Dove ho sottoscritto un contratto triennale e ho investito su un progetto di rugby con cui sono convinto di tornare in serie A giocando in una piazza sana, con un progetto serio e in cui poter abbinare anche un percorso lavorativo».

 

 

Ufficio Stampa Pesaro Rugby

Daniele Sacchi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...