L’ora del tè, curiosità da una collezione privata

 

 

Domenica 3 dicembre 2017, alle ore 17.00, presso la Biblioteca Oliveriana di Pesaro (via Mazza 97), l’Ente Olivieri – Biblioteca e Musei Oliveriani, in collaborazione con l’Associazione “Amici della Biblioteca Oliveriana”, inaugura la mostra L’ora del tè. Curiosità da una collezione privata, a cura della prof.ssa Donatella De Negri. Una breve prolusione sarà tenuta dalla curatrice e dalla prof.ssa Roberta Magnabosco.

L’iniziativa nasce dalla passione di una collezionista per un oggetto, la teiera, certamente in passato più usato nella quotidianità. Pezzi curiosi, comici, con reminiscenze letterarie tratte dai classici soprattutto della letteratura inglese.

Così da oggetto senza particolari pretese, diffuso dapprima nelle case dei nobili, in seguito esteso ad una popolazione più vasta, si è arrivati alla produzione moderna di manifatture ancora attive, alcune delle quali vantano una lunga tradizione, come la “Sadler” che a metà del sec. XVIII inventò il modo di trasportare sulla maiolica una stampa impressa sulla carta.

Tra i pezzi esposti si segnalano, per originalità e pregio, quelli di Paul Cardew e Tony Carter, famosi ceramisti inglesi della seconda metà del XX secolo, con i quali la realizzazione delle teiere si trasforma in arte: tutte le loro opere sono create a mano e in tiratura limitata.

 

Donatella De Negri, laureatasi con lode alla facoltà di Lettere e Filosofia de “La Sapienza” di Roma, si è specializzata in Letteratura italiana del Cinquecento con il prof. G. Savarese, con cui ha collaborato. Ha approfondito la propria formazione professionale attraverso corsi di aggiornamento e seminari di didattica promossi dalle Università degli Studi di Bologna, Macerata e Roma. Ha insegnato presso Licei ed Istituti Tecnici del Lazio, dell’Emilia Romagna e delle Marche. Dal 1992 è docente di Italiano e Storia presso il Liceo artistico “F. Mengaroni” di Pesaro, dove ha seguito, in particolare, progetti relativi alla biblioteca, al teatro e alla lettura.

 

Roberta Magnabosco, docente di Italiano e Storia  presso il Liceo artistico “F. Mengaroni” di Pesaro –  dove si è diplomata nel 1989 -, consegue la laurea con lode in Lettere Moderne con indirizzo storico-artistico nel 1994 presso l’Università degli Studi “Carlo Bo” di Urbino con una tesi in Storia dell’Arte Contemporanea dedicata ai rapporti tra design industriale e arte, ispirandosi al lavoro del ceramista e designer pesarese Franco Bucci. Ha collaborato con l’architetto Valerio Morpurgo alla redazione di pubblicazioni sul design pesarese negli anni ‘60/’70 e frequentato corsi di formazione in Storia dell’Arte presso l’Università di Bologna. Consegue la laurea in Lingue e Letterature Straniere (lingue francese e inglese) presso l’Ateneo di Urbino nel 2014, con una tesi dedicata al pensiero sull’Estetica dell’arte di Andrè Malraux. In qualità di guida presso i Musei Civici di Pesaro e Casa Rossini ha partecipato a vari corsi di formazione relativi a gestione museale e didattica dell’arte.

 

La mostra resterà aperta dal 3 dicembre 2017 al 20 gennaio 2018 con il seguente orario:

dal lunedì al venerdì, ore 8.30-18.45, sabato ore 8.30-13.00.

 

Ingresso libero – Info: Biblioteca Oliveriana, tel. 0721 33344 – biblio.oliveriana@provincia.pu,it

 

Brunella Paolini

Biblioteca Oliveriana

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...