12 ottobre: Giornata mondiale della vista

 

 

 

Spazio informativo a Fano in Corso Matteotti

 

Prevedere tempestivamente l’emergere di certe malattie dell’occhio e intervenire con un’adeguata cura e riabilitazione può evitare di perdere la vista o, almeno, rallentarne il procedimento. “Solo nella provincia di Pesaro e Urbino si stimano circa 1.500 disabili visivi, tra ciechi e ipovedenti, di cui 900 seguiti dalla sezione locale dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti (UICI)”, dà le cifre la presidente dell’Uici di Pesaro Maria Mencarini. “E il numero è destinato a crescere inesorabilmente se non difendiamo la vista con apposite attività di prevenzione, cura e riabilitazione visiva”, aggiunge la presidente regionale Alina Pulcini. Per questo in occasione della Giornata mondiale della vista, che quest’anno si celebra il 12 ottobre, l’Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità-IAPB Italia onlus in collaborazione con le strutture territoriali dell’UICI ha organizzato iniziative in gran parte delle città italiane. Iniziative che hanno il duplice obiettivo di sensibilizzare la popolazione e le istituzioni sull’importanza della salute visiva e di fornire una prima assistenza gratuita. “Nella provincia di Pesaro e Urbino organizzeremo uno spazio informativo in Corso Matteotti, a Fano, dalle 10 alle 18 – spiega Maria Mencarini – Le visite oculistiche gratuite previste sono invece già sold out: le prenotazioni si sono esaurite due ore dopo l’uscita del comunicato sui nostri siti”. Non a caso, lo slogan scelto per la giornata è “Ti aiutiamo a vederci chiaro”.

 

Inoltre, sempre giovedì mattina, alle 7.30, l’oculista Giovanni Spinucci (iscritto alla Società oftalmologica italiana e presidente del comitato regionale IAPB Marche) parteciperà alla rubrica televisiva su Rai Tre “Buongiorno Regione” per fornire indicazioni mediche e sensibilizzare sull’argomento. Intanto, anticipa qualche dettaglio.

 

Dottor Spinucci, quali sono le principali malattie dell’occhio che portano alla cecità o all’ipovisione?

“Il glaucoma, che si manifesta con una progressiva riduzione concentrica del campo visivo, ossia si riduce progressivamente l’ampiezza di ciò che vediamo. La maculopatia, legata all’avanzare dell’età, si manifesta con la visione di una macchia nera centrale o con una visione distorta tipo ondulata. E la retinopatia diabetica che ha sintomi variabili a seconda del danno”

 

Se vengono tempestivamente diagnosticate è possibile evitare o limitare la cecità?

“Assolutamente sì. Il glaucoma si può fermare o comunque rallentare con dei farmaci che riducono la pressione dell’occhio e, nei casi più gravi, sono eseguibili interventi chirurgici in grado di abbassare la pressione. La maculopatia, nella forma umida, può essere curata o rallentata con farmaci che vengono iniettati direttamente dentro l’occhio. Infine, per la retinopatia diabetica è importante tenere sotto controllo il diabete e sottoporsi a controlli periodici della vista”

 

Sono malattie che si scoprono con un’ordinaria visita dall’oculista?

“Sì. E’ sufficiente una visita completa dall’oculista per diagnosticarle. Non servono esami specifici”

 

Patrizia Bartolucci

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...