Intervista all’assessore Giuliana Ceccarelli su due importanti importanti incontri educativi e formativi

 

Pesaro per un giorno, in particolare il 4 settembre, al centro della riflessione educativa e di formazione, con due importanti incontri, il primo un convegno sulla scuola 0-6 anni svoltosi al teatro Sperimentale, con 450 persone, in gran parte insegnanti e operatori scolastici per discutere sulla legge n.77 e decreto legge n.65, sui progetti educativi nelle scuole in particolare primarie. Hanno partecipato alla intensa giornata di studi, l’assessore ai problemi educativi del comune di Pesaro, Giuliana Ceccarelli, l’assessore della Regione Marche all’istruzione, Loretta Bravi, la senatrice Puglisi che ha svolto un ruolo di coordinatrice svolgendo una riflessione sull’iter legislativo che va dalla legge 77 al decreto legislativo 65 e l’applicazione sul territorio. Il tema della formazione e attuazione è stato svolto dalla professoressa Elsa Martini, docente dell’Università di Urbino, che in particolare si è soffermata sul sistema 0-6 anni per lo sviluppo e formazione dei docenti. Anche il professor Lorenzo Campari pedagogista si è soffermato sull’aspetto culturale pedagogico che deve convolgere genitori, insegnanti e ragazzi, fin dalla tenera età.

-Assessore Ceccarelli, formazione,sensibilizzazione a partire dalla scuola. Perché?

“Perché la scuola e la famiglia sono le strutture portanti per la crescita culturale e civile delle nuove generazioni. I fatti di violenza sessuale a Rimini, non vanno circoscritti a fattori etnici, perché l’anno scorso aggressioni e violenze sulle donne, si erano verificate a Perugia causate da ragazzi italiani. Non diffondiamo la xenofobia. Ecco perchè il convegno sulla scuola ha avuto un significato importante in questo momento, dove spesso vi è un muro fra società civile e scuola. L’educazione dei ragazzi dai banchi di scuola e la formazione degli insegnati”.

-Un tema quello della formazione che è emerso anche dall’incontro che lei ha promosso nella sala del Genga in Prefettura, alla presenza di amministratori locali e le associazioni femminili, sul tema della violenza sulla donna.

“Certamente, sempre con la senatrice Puglisi, che ha svolto un ruolo di moderatore e di raccolta delle esigenze sul territorio, abbiamo posto l’attenzione sulla legge n.119, sulla regolamentazione contro la violenza sulle donne, che non sempre viene attuata con tempestitività. Un tema questo denunciato da molte avvocatesse presenti all’incontro, a cui hanno partecipato l’assessore ai servizi sociali Sara Mengucci, la coordinatrice provinciale del centro anti violenza Gabriella Guerra, il presidente della commissione regionale Marziali, l’assessore ai servizi sociali di Vallefoglia Daniela Ciaroni, la responsabile dell’ambito territoriale di Fano, Marina Bargnesi, il sindaco di Borgopace, che in proporzione alla popolazione è un territorio con grande percentuale di immigrati e i rappresentati del Cif,, Udi e la dirigente della Questura dottoressa Baiocchi. I giovani nelle scuole vanno protetti perché spesso sono vittime di un sistema sbagliato”.

-Si è parlato di implementare i progetti e finanziarli?

“Si e la senatrice Puglsi ha promesso che le cifre stanziate per i progetti 2017/2018 di 96.000 euro per le scuole e formazione e la gestione del centro anti violenza dal 2017-2019 di 100.000, euro, vengano erogati concretamente. In questo momento vi è un calo di violenze sessuali, ma gli stupri e i femminicidi rimangono la punta di un iceberg, in una situazione di violenza di coppia chde in gran parte si sviluppa nel contesto famigliare. In sintesi si è parlato di nuovi protocolli, di formazione, di aiuto con le scuole”.

 

Paolo Montanari

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...