Festa nazionale dell’Unità: protagonisti oggi il ministro dello sport Luca Lotti e il campione di nuoto Filippo Magnini

 

 

 

Italia 2020 è stato il titolo dell’incontro alla Festa nazionale dell’Unità tematica sugli Enti Locali che si sta svolgendo a Pesaro e che ha visto oggi protagonisti il ministro dello sport Luca Lotti e il campione di nuoto pesarese Filippo Magnini, intervistati dal giornalista Roberto Vicaretti L’incontro è iniziato con gli auguri a Valentino Rossi per una pronta guarigione dall’infortunio di ieri pomeriggio. “Ho avuto degli infortuni in acqua anche io, ha sottolineato Filippo Magnini, ancora qualche giorno in vacanza a Pesaro con la sua famiglia e un programma tutto da definire nella società di Roma nuoto, e come Rossi non vedevo l’ora di ripartire”. Per il ministro Lotti domande sullo sport e integrazione, di cui in questi ultimi anni si è fatto ben poco. “Oggi a Pesaro insieme al sindaco Matteo Ricci abbiamo inaugurato il campo da rugby, una pista ciclabile e il campionato mondiale di ginnastica ritmica. Non è poco per una città di provincia come Pesaro. Occorre però investire di più nelle periferie, perchè lo sport oltre che far bene alla salute, è un momento di aggregazione sociale e toglie i giovani dai problemi della droga e dell’alcolismo”. “Certo, ha sottolineato Magnini, gli americani vivono per lo sport e i loro impianti sono legati alle università. Inoltre il campionato di basket non si sovrappone a quello di altre specialità sportive”. E a questo punto il ministro Lotti ha preannunciato per settembre un progetto di gruppi sportivi universitari, un progetto nuovo per la storia dello sport italiano. “Inoltre, con il ministro dell’Istruzione Fedeli, stiamo studiando dei protocolli per integrare meglio lo sport nelle scuole. Certo che quando studiavo 20 anni fa a scuola, avevo solo sette in educazione fisica perché, ha sottolineato Magnini sorridendo, mi alzavo alle cinque per fare due ore di piscina e nelle prime ore di scuola ero stanco. E pensare che stavo disputando i campionati europei di nuoto”. Poi una domanda sulle Olimpiadi mancate in Italia. “Certo, ha sottolineato Magnini, si è persa una grande occasione, ma se poi si sarebbero trovati problemi sul bilancio o le strutture non sarebbero state utilizzate al meglio, forse va bene così. In ogni caso ci ha rimesso lo sport italiano”. E Lotti ha rincarato la dose contro l’amministrazione Raggi, che ha giustificato il diniego alla candidatura di Roma per le Olimpiadi, “perchè si sarebbero potuti verificare corruzioni negli appalti. Poi lo ius loci da approvare al più presto e speriamo che anche la Sinistra italiana si allei con il Pd”. Passando al calcio Lotti ha definito la Var una rivoluzione positiva che adegua l’Italia agli altri paesi europei, con più di 3 milioni di arbitri. “Lo sport, ha concluso Lotti, non è mai entrato nella finanziaria ed ora con il bando dello sport nelle periferie bisognerà fare uno sforzo economico”. Infine una domanda a Magnini. Il suo rapporto con la politica.

Paolo Montanari

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...