E’ tutto pronto per la prima di Le Siège de Corinthe, ne parliamo con una delle protagoniste Nino Machaidze

 

C’è molta attesa per la prima de Le Siège de Corinthe che, questa sera, inaugurerà il Rof 2017 all’Adriatica Arena. Abbiamo incontrato una delle protogoniste dell’opera, il soprano georgiano Nino Machaidze che ha il ruolo di Pamyra, figlia del comandante greco Cleomene, innamorata del nemico Maometto II, che ha conosciuto sotto spoglie diverse. Un impegno di lavoro con una regia vulcanica, quella de La Fura, che però permette alla cantante georgiana, anche qualche meritata pausa.

-Un personaggio complesso, per lei. Ma d’altra parte Rossini è sempre stato legato alla poliedricità del ruolo femminile nelle sue opere.

“Si è un personaggio complesso che mi impegna da un punto di vista drammatico e musicale e che nello stesso tempo offre la possibilità di mettere in campo tutta la vasta gamma della vocalità rossiniana. D’altra parte già nel 2015, con il mio debutto al Rof nel ruolo di Ninetta nella Gazza Ladra, ho capito quanto fosse complesso e affascinante il mondo rossiniano. Impegno entusiasmo e un vuoto per la mancanza del maestro Zedda, che ci dava sempre preziosi consigli”.

-Una esperienza nuova con la messa in scena de la Fura e del regista Carlos Padrissa. Come si è trovata?

“Bene perchè il regista è disponibile ad ascoltare le esigenze dei cantanti e la loro messinscena dinamica non è mai banale. Il Rof è un cantiere aperto e questo lo rende grande”.

 

Paolo Montanari

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...