Candelara, s’inaugura la mostra del writer Andrea Amaducci

 

 

Una serata sotto le stelle. L’evento è in programma domenica 6 agosto nel giardino dell’ex chiesa di San Francesco, all’interno del borgo di Candelara. A partire dalle ore 21, la Pro Loco e la banda di Candelara, con il patrocinio del Comune di Pesaro, organizzano una serata speciale, dedicata agli appassionati di musica e di arte.

 

Sarà la banda di Candelara, alle ore 21, a offrire agli intervenuti, un concerto gratuito, durante il quale verranno eseguite musiche del compositore pesarese Gioachino Rossini e alcuni brani scritti dal M° Michele Mangani, direttore della banda. “Diversi lustri fa  – ricorda il presidente della Pro Loco di Candelara Gino Pietrelli -,  in estate si teneva un raduno di bande e la musica era protagonista per le vie del nostro piccolo borgo. Ci piace l’idea che la gente torni a Candelara per ascoltare musica”.

 

Alle ore 22 seguirà l’inaugurazione dell’esposizione del giovane street artist Andrea Amaducci. “Quasi a casa” è il titolo della mostra candelarese. L’artista lavora per una etichetta discografica italiana con sede a Berlino e ha esposto in molte parti d’Italia ed Europa. Se si escludono le esposizioni di Forlì, sua città natale, e di Ferrara, dove risiede, è la prima volta che espone in un territorio che  geograficamente è vicino ai suoi luoghi di nascita.

Andrea Amaducci è già a Candelara. L’artista infatti vuole integrarsi nella vita sociale del paese, cercando di conoscere i suoi  abitanti, frequentando anche i luoghi di socializzazione. Dunque, la prima peculiarità della mostra è che sarà prodotta dall’artista direttamente in un cantiere-laboratorio, che è l’intero borgo, o meglio, gli abitanti stessi di Candelara con le loro storie e i loro problemi.

Amaducci per oltre due mesi ha gestito lo spazio espositivo di Porta degli Angeli, a Ferrara, con il progetto “Algorithmic” in cui ha ospitato una serie di esposizioni, performance,  presentazioni e concerti per valorizzare le arti e gli artisti. Così facendo si è presentato come un grande organizzatore d’eventi eterogenei, riscuotendo un notevole successo di pubblico.

In questa settimana di permanenza a Candelara realizzerà anche un murales e un’esperienza di incisione calcografica all’Accademia AIIA di Candelara; una delle stampe sarà nascosta dall’artista il giorno dell’inaugurazione all’interno del borgo murato e chi avrà la fortuna di trovarla ne diventerà il proprietario o, come preferisce dire lui, “il papà”. Si tratta di una vera e propria caccia al tesoro che Amaducci ha già sperimentato più volte, di recente all’ultima edizione di “Arte Fiera di Bologna”.

 

La mostra rimarrà allestita nella Sala del Capitano di Candelara fino a domenica 27 agosto, con il seguente orario di apertura:

  1. venerdì, sabato e domenica dalle ore 21 alle 23.

    Sarà possibile richiedere visite per singoli o gruppi anche in altri orari contattando il curatore della mostra o la Pro Loco.

  2. Info: Lorenzo Fattori – 333 38 66 081 – www.candelara.com – lorenzo@candelara.com

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...