Una stagione da ricordare per l’Apav Calcinelli-Lucrezia con due coach di qualità

 

Dopo una stagione particolarmente travagliata, iniziata con un cambio
al vertice societario quando ormai era troppo tardi per organizzare
adeguatamente l’anno sportivo, l’Apav ha deciso di invertire la rotta
per provare a tornare ad essere una società di punta del movimento
pallavolistico provinciale e regionale. La crescita verso questo
obiettivo deve per forza passare dalla capacità dell’Apav di mettere
in campo una organizzazione societaria ed una capacità tecnica di
assoluto rilievo. Per questo motivo si è lavorato su questi due
fronti. A livello organizzativo l’Apav ha sempre potuto contare su uno
zoccolo duro di dirigenti capaci e volenterosi, quest’anno ha deciso
di rafforzare il team con l’ingresso di una figura di raccordo tra
tutte le funzioni societarie, un ruolo fondamentale per la crescita
che è stato affidato a Isabella Patregnani. Isabella, ex giocatrice,
deus ex machina dell’Unione tra diverse società di pallavolo
dell’entroterra confluita in Terre Roveresche Volley, è consigliere
provinciale della Fipav e rappresenta una garanzia per la crescita
dell’Apav. Dal punto di vista tecnico, si sono fatti gli investimenti
più importanti che hanno portato alla definizione di un team di
tecnici che è senza dubbio il migliore tra tutte le società della
provincia. Il nuovo responsabile tecnico del settore maschile sarà
Marcello Ippoliti. Dopo l’incredibile lavoro svolto da Nico Agricola
lo scorso anno, l’unica possibilità di portare avanti il progetto sul
settore maschile era quella di affidarsi ad un tecnico di pari
spessore e cultura pallavolistica. L’attenzione si è rivolta
immediatamente su Marcello ed è stato fatto di tutto per portarlo
all’Apav, vincendo la concorrenza di, praticamente, tutte le società più
importanti della provincia. Un investimento che siamo certi darà i
propri frutti. Per quanto riguarda il settore femminile, qui si deve
parlare di una vera e propria bomba di mercato.E’ stato possibile infatti, dopo i
primi ammiccamenti, mesi di lavoro ai fianchi ed una trattativa degna
di una squadra di serie A, a portare all’Apav un tecnico di serie A.
Il ruolo di direttore tecnico dell’Apav Lucrezia Calcinelli è stato
affidato a Giuseppe Galli, un ritorno straordinariamente gradito dopo
15 anni di assenza, 15 anni spesi tra le varie nazionali, compresa
quella maggiore e la serie A. Peppe rappresenta per L’Apav una
risorsa strategicamente fondamentale per ripartire da ciò che è da
sempre l’essenza dell’Apav: il lavoro tecnico sul settore giovanile.
Tutto questo in un bacino che non può inevitabilmente dare grandi
numeri in termini di atleti, pertanto diventeranno fondamentali le
collaborazioni con altre società del territorio, con molte delle quali
si stanno già imbastendo progetti comuni. Tra questi uno dei più
importanti riguarda quello con la Montesi Pesaro per il settore
maschile, del quale Nico Agricola, è stato il fautore. Dunque, la prossima sarà una
stagione da ricordare per L’Apav.

Danilo Billi

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...