TUTTI I GIORNI CHE HA FATTO IDDIO

28 luglio ore 21

Il quinto giorno Dio creò uccelli e pesci: Leonardo Sinisgalli sarà letto da Biagio Russo

Ospiti: Giulietto Chiesa

Penultimo appuntamento de “L’angolo della poesia”, nel Giardino della musica e della poesia (già cortile di palazzo Ricci) che affronta, questa sera, i singolari versi di Leonardo Sinisgalli, che convivono tra scienza e poesia. A dire di lui sarà Biagio Russo, presidente della fondazione dedicata al poeta.

Il progetto nato da un’idea di Giuseppe Saponara, promosso dal Comune di Pesaro, dalla Regione Marche e dalla Provincia di Pesaro e Urbino, prosegue il suo viaggio all’interno della Creazione, offrendo, ogni sera, un doppio spunto di appartenenza alle nostre radici, umane e spirituali, che seguono l’alternarsi del tempo, in un percorso parallelo alla nascita della vita e del mondo, che intesse segmenti e spazi tra passato e presente.

Con Giulietto Chiesa, Giornalista professionista, corrispondente da Mosca per l’Unità e La Stampa, oltre che per il TG5, TG1 e TG3, si parlerà del tempo, elemento chiave della creazione, che scandisce i ritmi della vita e della morte, ma anche di mondi paralleli secondo quell’informazione parziale che giunge alla nostra attenzione, sottacendo gran parte di quanto accade realmente nel mondo.

Come tutte le sere, saremo catapultati in un particolare angolo del mondo per ascoltare il racconto della Creazione, secondo le diverse etnie, a cura di Elena Levantini.

Nell’alchimia di voci, musica, immagini televisive e cinematografiche, arricchite da imprevedibili collegamenti via Skype, numerose interviste, filmati, documentari e commenti musicali, tra cui un tributo a Totò nel cinquantenario della sua scomparsa.

Supporto tecnico affidato a Stefano Teodori.

“Tutti i giorni che ha fatto Iddio” è quella frase che solitamente accompagna i nostri piccoli riti quotidiani, le abitudini, il ritmo del nostro vivere e richiama inoltre i giorni della Creazione del mondo, offrendo quindi un doppio spunto di appartenenza alle nostre radici, umane e spirituali, che seguono l’alternarsi del tempo.

L’iniziativa è stata considerata formativa per gli insegnanti e, a conclusione, previa raccolta firme, verrà rilasciato un attestato di presenza per il proprio curriculum professionale.

LEONARDO SINISGALLI, la coincidenza e la convivenza tra la scienza e la poesia. Contemporaneamente agli interessi scientifici, Sinisgalli coltivava una uguale passione la poesia e l’arte, facendo vita di cenacolo con poeti e pittori. Il settore del suo lavoro in azienda, del resto, era perfettamente coerente con tale duplicità, perché si occupava prevalentemente di pubblicità e design. Laureato in ingegneria, lavorò per la grande industria (Olietti, Pirelli ecc.); fondò e diresse, fino al 1958, la rivista Civiltà delle macchine (1953-79) e una rivista di design, La botte e il violino (1964-66). La sua lirica, che si riconnette alle esperienze e al gusto dell’ermetismo appare modulata su due toni prevalenti: uno epigrammatico, che traspone in un denso analogismo ogni motivo autobiografico; l’altro elegiaco, che riammette quell’autobiografia come trama di ricordi, sogni e rimpianti dell’infanzia perduta, con cadenze narrativo-prosaiche. Sinisgalli ha approfondito costantemente la sua esperienza di prosatore (I martedì colorati, 1967; Il tempietto, 1971), legata in particolar modo a temi e ragionamenti fondamentalmente scientifici dai quali traggono alimento altri felici volumi (dal giovanile Quaderno di geometria, 1936 a Furor mathematicus dl 1950, ristampato nel 1967 con altri scritti).

 

GIULIETTO CHIESA

Giornalista, corrispondente dall’Urss e poi dalla Russia (1980-2000). Direttore di “Cometa” (Comunicazione, Etica, Ambiente), trimestrale. Fondatore di “Alternativa”. Ha un interessante blog su “Il fatto quotidiano” (on line) con cui si rapporta direttamente con i propri lettori, parlando di “radici”, ovvero di quel passato che non ci viene più insegnato, delle cose da non dimenticare.Della necessità di imparare ad ascoltare.Del cambio d’epoca che ci tocca di attraversare a noi, di questa e della generazione che verrà e di una transizione inevitabile verso una società radicalmente diversa rispetto a quella in cui viviamo.

 

Press Art

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...