Le poesie di Laura Arual

 

Un profumo

L’estate

Sparge nell’aria desideri

Cosi ti trovi lì per caso

Come gettate dal cielo

Manciate

Timide rosse acerbe

O esuberanti more

Ed ecco.che non sei più tu

Anzi sì lo sei di più

Perche ti allunghi

Ti spingi

Ti riprendi bambina

Ed è una gara a sostenerle

Dolcemente come se

Non l’avessi fatto prima

Per non farle cadere

Ridisegnare​ confini con le mani

Rivolte in sù

Dove loro hanno già occupato

Il foglio

E colorato chiunque le guardi

Ritorna

Ciò che è stato

Le more di un’estate bionda

 

 

Pizzicare le corde

Come suonare le more

D’estate dai rovi

Col pollice e indice

Si impara da bambini

Ed è una musica che

Ti fa fermare ad ascoltare

Quel tempo che va

Lì sul cespuglio impolverato

Che la biscia ha toccato

Bisogna lavarle diceva mia madre

Le more

Che la pioggia hanno guardato

Che sono il primo

Vero peccato

Di eternità che un giorno ti coglierà all’improvviso

Come si ruba un bacio

Quella vita così cartolina

Il sorriso più grande del sole

E la sua spina

 

 

Il tuo profumo mi piace

Sa di uomo

Sa di te

È tutto ciò che sa di noi

Lui solo….

Sa di una notte di luglio

Abbracciata al tuo scoglio

Il tuo profumo

Di monte

Che sale dal mare

Per fare pace col cielo

Un sudore di miele

Di cui io sono

Lasciamelo credere

La tua regina

 

 

Il mare è come un uomo

Ti mostra il largo

E poi ti porta a riva

Se sai nuotare

Ti sostiene

Se invece vai a fondo

Ti offre il suo tesoro

Mi piace essere la sua onda

A volte femmina

A volte preda

A volte scoglio

A volte me stessa

Con la sua pelle di sale e sabbia

Sporca di baci

Se nelle mie vene c’è

La sua poesia

 

 

A Tonino Guerra

Siamo partiti il mattino presto

Come chi vuole andar lontano

Scesi dal mare

Per seguire il monte

Sulla strada dell’estate è

Facile perdersi e innamorarsi

Dai campi di bionde vallate

All’oro della paglia nuova

Che sembravano monete rotolate

Nei campi

Alla volta dell’uva

Che sembra ridere alle spalle

Di chi se n’è andato

In un giorno d’estate

L’allegra malinconia del vino

E poi su fino alle vette antiche

A Carpegna abbiamo cantato

Una musica forte che ti chiude

Le orecchie e ti apre la bocca

Per farti respirare

E allora lì senti il mare che

Si fa stupore in un silenzio

Fino alla cantoniera che mi ricorda

Gigion al mio paese che spazzava le strade

Ma i turisti sono tanti e vengono da lontano

E da vicino

Chi mangia chi dorme a bocca aperta

Sotto l’ombra

È tanto che non piove e gli alberi

Si spingono fino alle nuvole

Per ridiscendere come ciclisti col vento

In faccia

Siamo in moto per toccare tutto

Gli dico a mio marito…vai piano

Come se tutto finisse

Pennabilli è li sembrava ci aspettasse

Sembra vuoto ma si muove

Dalla croce lo prendi tutto ci sta

In una mano e ti perdi nelle sue vallate

Che hanno fatto le spalle alla Gioconda

Le campane tibetane

Un cane mi fa la festa il.padrone è cieco

Mi chiede se sono sua figlia

Potrei esserlo

Qui tutto è buono

L’aria è una mollica di pane che ti accarezza

Con un vento sempre nuovo

Mi perdo nei suoi sentieri lo lascio fare

Come si fa con uno che ti piace

Mi spoglio al lago secco di Mercatale

Mi viene spontaneo d’estate

Anche se chi ti guarda suda

Ed ecco la Casa museo del maestro il percorso

Dei suoi profondi e chiari pensieri

Consegno i miei occhi a chi mi tocca il cuore

Come lui è capace di fare

Perché nel suo passato è più che mai presente

E tutte le poesie che ho colto fin qui

Per arrivare fiori viola farfalle colorate

Perché qui basta girarsi intorno

Per cogliere poesie

L’ultima per tornare

Una statua di donna in mezzo a una rotatoria

Che sostiene il sole

Dove tutti cercano l’ombra

Infatti è ora di andare a dormire

Si fa come gli pare

 

Laura Arual

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...