Intervista al noto ispanista Gabriele Morelli che parla di Pablo Neruda

 

E’ difficile incontrare studiosi, accademici, scrittori e poeti, che hanno anche avuto dei rapporti di amicizia e di lavoro con i grandi della letteratura e della poesia mondiali. Gabriele Morelli, ispanista dell’Università degli Studi di Bergamo, è una eccezione. L’abbiamo incontrato recentemente a Pesaro e lo abbiamo intervistato.

 

-Professor Morelli, lei è considerato il più grande conoscitore della poesia di Pablo Neruda e di recente la pubblicato un volume su Garcia Lorca, altro grande poeta che lei ha studiato in maniera approfondita. Peri suoi studi ispano-americani lei ha avuto la massima onorificenza spagnola due anni fa: Enconienda de Isabel la Catòlica, dalle mani del Re di Spagna. Che impressione le ha fatto Pesaro, la sua cultura e la gente?

 

“E’ la seconda volta che vengo a Pesaro. Venni a Pesaro, infatti per un convegno che si tenne sullo scrittore Mario Puccini pesarese, che aveva conosciuto Machado e ne aveva tradotto i libri in Italia. Sono tornato a Pesaro per rendere omaggio ad un amico e un grande poeta: Pablo Neruda”.

 

-Professor Morelli, ci può parlare di Neruda e della sua opera?

 

” Neruda è uno dei poeti che ha versato la sua vita nella poesia, come l’acqua di un fiume nel mare. E’ un poeta la lirica letteraria in immagini. Immagini e parola. Per cui la poesia diviene elemento prosastico, per meglio rappresentare la natura. Neruda vuole essere oggetto di chi si parla. Il suo manifesto della POESIA IMPURA, dice” una poesia impura è come un vestito, come un corpo, con macchie di cibo e atteggiamenti ironici”. Quindi nella sua poesia entrano elementi come la politica, il sesso, l’amore. Il bello e il brutto nella poesia”.

 

-Lei è stato allievo di Carlo Bo, anche lui studioso di Lorca . Qual’è la differenza fra Neruda e Lorca?

 

“Neruda è il poeta della vita. Si lascia avvolgere dagli odori. Lorca cerca la vita in lotta continua con la morte. La poesia, come diceva Bo, riscatta dall’ombra la luce. Ogni immagine per Lorca  è come il fiat di Dio. In Lorca  vi è un grande travaglio interiore e la differenza della poesia di Neruda e Lorca dipende anche dalla provenienza dei due poeti: Neruda dal Cile e Lorca dalla Spagna. In Lorca vi è un lamento esistenziale determinato anche dalla sua omosessualità. In Neruda troviamo il cantore della realtà, dell’amare, del vino, cibo e donne”.

 

-Professore ci parli del suo primo incontro con Pablo Neruda.

 

“Ero studente a Milano, facoltà di letteratura spagnola. Eravamo solo 13 iscritti e il nostro professore, il noto ispanista Giuseppe Bellini, amico e traduttore di Neruda, un giorno lo invitò e ce lo presentò in facoltà. Io mi stavo laureando con una tesi sul poeta contadino Miguel Hernandez, che anche Neruda conosceva ed apprezzava,. Il grande poeta cileno seppe della mia tesi e mi invitò a cena, Parlammo di Hernandez, e subito capiii che Neruda era molto vicino agli umili, ai pastori, ai contadini. La sua poesia e il suo impegno politico nel partito comunista cileno furono un tutt’uno, anche quando Neruda criticò la chiusura staliniana e portò avanti la campagna elettorale a favore di Allende. Si è voluto rappresentare Neruda nel cinema, ma sicuramente la rappresentazione migliore che ne è stata fatta e quella nel film Il postino con un grande Philippe Noiret accanto a Massimo Troisi. Eppure questo poeta “godereccio”, era attratto dalla poesia intimista di Lorca e dal suo inseguire il mistero della  morte. Rimase sempre affascinato da una testimonianza parigina su Lorca, che invitò a casa sua Dalì e Bunuel e nella sua stanza si sdraiò  sul pavimento per imitare la morte. In Neruda invece la poesia era vista  nell’interpretazione oggettiva della vita”.

 

 

Paolo Montanari

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...