TUTTI I GIORNI CHE HA FATTO IDDIO

26 luglio ore 21

Il terzo giorno Dio separò la terra dal mare: Cesare Pavese sarà letto da Franco Vaccaneo;

Ospiti: Franco Piavoli in collegamento Skype

Terzo giorno: Dio separò la terra dal mare. Prosegue il percorso della Creazione nella VII edizione de “L’Angolo della poesia”, il progetto nato da un’idea di Giuseppe Saponara, promosso dal Comune di Pesaro, dalla Regione Marche e dalla Provincia di Pesaro e Urbino, propone questa sera nel Giardino della musica e della poesia (già cortile di palazzo Ricci), Cesare Pavese, la cui lettura sarà affidata a Franco Vaccaneo, direttore del Centro Studi Pavesiani.

Oltre alla lettura dei testi, Vaccaneo, originario di Santo Stefano Balbo proprio come Pavese, di cui ha scritto un gran numero di saggi critici e realizzato documentari, porterà all’angolo della poesia alcuni documenti inediti sullo scrittore langarolo.

Tra i collegamenti in diretta della serata, di rilievo quello con il regista Franco Piavoli che presenterà il suo lungometraggio d’esordio “Il pianeta azzurro”, del 1982, il più famoso documentario poetico sul pianeta terra. Un vero capolavoro di un regista, forse l’unico o sicuramente uno dei pochi che riuscì a “immortalare il respiro della natura e del creato con una purezza forse irripetibile.”

Nel corso della serata si parlerà anche di autismo, con Enrico Maria Fantaguzzi, presidente di Riminiautismo, papà di Tommaso di 18 anni e fondatore e amministratore del gruppo Facebook “Io ho una persona con autismo in famiglia”, e, in collegamento da Barcellona con Chiara Milizia, autrice del libro “Mamma disabilitata. Storia vera di una giovane coppia alla nascita di un figlio autistico”

Il racconto della Creazione secondo diversi popoli del mondo, a cura di Elena Levantini, ci porterà a spasso per il mondo, tra favola e leggenda, in un “angolo” curioso del pianeta.

Nell’alchimia di voci, musica, immagini televisive e cinematografiche, numerose interviste, filmati, documentari e commenti musicali, tra cui un tributo a Totò nel cinquantenario della sua scomparsa.

Supporto tecnico affidato a Stefano Teodori.

CESARE PAVESE nasce il 9 settembre 1908 a Santo Stefano Belbo, un paesino delle Langhe in provincia di Cuneo, dove il padre, cancelliere del tribunale di Torino, aveva un podere. Ben presto la famiglia si trasferisce a Torino, anche se le colline del suo paese rimarranno per sempre impresse nella mente dello scrittore e si fonderanno pascolianamente con l’idea mitica dell’infanzia e della nostalgia. Il padre di Cesare muore quasi subito: questo episodio inciderà molto sull’indole del ragazzo, già di per sé scontroso e introverso. Molti si sono occupati dell’adolescenza di Cesare, di questo ragazzo timido, amante dei libri, della natura e sempre pronto ad isolarsi dagli altri, a nascondersi, a inseguire farfalle e uccelli, a sondare il mistero dei boschi. Cesare Pavese ha svolto un ruolo essenziale nel passaggio tra la cultura degli anni ‘30 e la nuova cultura democratica del dopoguerra. La sua partecipazione al presente si è sempre legata a un profondo senso della contraddizione tra letteratura e impegno politico, tra esistenza individuale e storia collettiva, attraverso una tormentosa analisi di sé stesso e dei rapporti con gli altri e una ininterrotta lotta per costruirsi come uomo e come scrittore.

 

“Tutti i giorni che ha fatto Iddio” è quella frase che solitamente accompagna i nostri piccoli riti quotidiani, le abitudini, il ritmo del nostro vivere e richiama inoltre i giorni della Creazione del mondo, offrendo quindi un doppio spunto di appartenenza alle nostre radici, umane e spirituali, che seguono l’alternarsi del tempo.

“L’angolo della poesia” non intende solo promuovere la poesia in tutte le sue forme, ma favorire l’incontro e il confronto tra cittadini e regalar loro ogni sera stupore, bellezza e spunti di riflessione attraverso la narrazione di vite di personaggi famosi e non.

L’iniziativa è stata considerata formativa per gli insegnanti e, a conclusione, previa raccolta firme, verrà rilasciato un attestato di presenza per il proprio curriculum professionale.

 

Press Art

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...