Il soprano Marta Torbidoni ripropone Traviata con un cast tutto pesarese a Senigallia

 

Per Marta Torbidoni, che si sta sempre più affermando nel mondo della lirica, la Traviata di Giuseppe Verdi è divenuto un cavallo di battaglia. Infatti, dopo il grande successo per il suo ruolo di Violetta Valery al Teatro Comunale di Bologna, a metà luglio, per la regia di Alfonso Antoniozzi e direttore d’orchestra Hirofumi Yoshida, decretato da quattro rappresentazioni consecutive e la registrazione in diretta di Radio Tre, ora Marta Torbidoni avrà di nuovo la parte di Violetta nell’allestimento teatrale del regista e cantante Roberto Ripesi, l’8 agosto alle ore 21,00 in piazza Garibaldi a Senigallia. Uno spettacolo scenico in una splendida location che può contenere oltre 5.000 persone. E si tratterà di uno dei momenti clou della lirica marchigiana in questo periodo estivo. Un allestimento tradizionale quello che sta preparando il grande cantante baritono Roberto Ripesi, che pur prediligendo i ruoli buffi, il più noto è il personaggio del dottor Dulcamara in Elisir d’amore di Donizetti che riproporrà sabato 19 agosto al teatro di Corinaldo, ora in Traviata entrerà nei panni di Giorgio Germont, un padre apparentemente aristocratico, che capirà al termine dell’opera che errore ha commesso nei confronti dell’amore, e dell’innocenza di un sentimento sconfitto dalla malattia dell’incomprensione, prima di quella fisica. Una Traviata con un cast in prevalenza pesarese, con Enrico Giovagnoli, tenore pesarese nel ruolo di Alfredo Germont accanto a Marta Torbidoni, il coro molto preparato dal maestro Stefano Bartolucci, I Cantori della Città Futura di Vallefoglia, e l’orchestra i Cameristi del Montefeltro diretti sempre dal maestro Stefano Bartolucci. Per Marta Torbidoni, il ruolo di Violetta, dunque, è ormai consolidato. Già nel 2012 debuttò nella Traviata a Sofia, in Bulgaria, con grande successo, riconfermato poi in Germania nello stesso ruolo. Poi altri importanti ruoli da opere di Verdi, Donizetti (Anna Bolena), e il grande successo al debutto nei Masnadieri del Festival Verdi 2016, a Busseto. Il cast scelto da Ripesi per questa Traviata, le cui aspettative sono notevoli anche fuori regione Marche, è dunque di prim’ordine, e lo spettacolo, nel complesso urbanistico del centro storico di Senigallia, è assicurato. Marta Torbidoni ha già collaborato con i Cantori della Città Futura, in Rigoletto. Si è diplomata con la professoressa Doriana Giuliodoro, presso il Conservatorio Pergolesi di Fermo. Ha, quindi, studiato per perfezionarsi, fra gli altri con Renata Scotto e Mirellla Freni. Nel 2011 Marta Torbidoni è entrata a far parte dell’Opera Studio Accademia Nazionale S.Cecilia, diretta da Bruno Cagli e tiene concerti nella sala Petrassi dell’Auditorium Parco della Musica di Roma.

Paolo Montanari

 

One comment

  1. È una gran bellartista lirica dotata vocalmente e molto bravissima. Le auguro una splendida carriera e un abbraccio Nadia Rossi Rovigo Adria

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...