No al Parco Eolico di Poggio Tre Vescovi: recuperiamo la cultura del territorio

 

Assohotel Confesercenti della provincia di Rimini e Assohotel Confesercenti Montefeltro tornano a manifestare il proprio dissenso in merito al progetto di un nuovo impianto eolico a Poggio Tre Vescovi, l’area appenninica dell’Alta Valmarecchia suddivisa tra le provincie di Rimini, Forlì e Arezzo.

“L’idea originaria del parco eolico, bocciata nel 2013 dal Consiglio dei Ministri fu poi ripresentata, con modifiche marginali, dopo il parere positivo del Tar del Lazio –spiegano Riccardo De Silvestri e Giorgio Bartolini presidente e direttore Confesercenti Montefeltro, insieme con Mirco Pari, direttore Confesercenti Rimini– ora, la ditta esecutrice ha presentato una nuova versione del progetto, ridotta rispetto alle precedenti, ma ugualmente devastante per un territorio come il nostro, che vive anche di turismo e che basa il proprio concetto di ospitalità sul benessere e sulla bellezza del paesaggio. Immaginiamoci cosa potrebbe significare per questi luoghi una simile impresa –continuano- sia nella fase di realizzazione, con la creazione di nuove strade, il notevole aumento del traffico di auto e camion, l’apertura di cantieri, l’inquinamento, lo sbancamento dei terreni, sia dopo, a progetto terminato, con gigantesche pale eoliche che andrebbero irrimediabilmente a modificare il profilo delle nostre montagne”.

“La versione ridotta del progetto non risolve il problema dell’impatto sul paesaggio –aggiunge Osvaldo Mancini responsabile Assoturismo Montefeltro– che risulterà comunque rovinato per sempre. La necessità di difendere la bellezza del territorio non può essere soltanto una frase d’effetto da utilizzare nei convegni. Bisogna crederci. Perché la bellezza del nostro entroterra non è solo un piacere per gli occhi e per l’anima, ma una risorsa dalla quale si genera turismo, si attiva un’economia, si creano posti di lavoro. Cose concrete, sulle quali si basa il presente e il futuro di interi paesi. Chi viene nel Montefeltro, viene per fare l’esperienza di un paesaggio incontaminato, scegliere di modificarlo per sempre, significa segnare il destino di queste terre. E dietro questa bellezza c’è anche la cultura di un territorio che rappresenta anche essa una grande ricchezza: Tonino Guerra affermava: “Vincerà la bellezza” e Antonio Saliola, che da decenni vive e dipinge il Montefeltro, scrive: “Ci sei parso tutto speciale: la luce, i colori, il paesaggio, la gente e poi quell’aria di leggenda tra i boschi e castelli. Da allora è uno scambio reciproco: io dipingo i tuoi paesaggi e tu metti in scena i miei quadri”. Frasi che questi illustri cittadini del Montefeltro non potrebbero più dire sulla loro terra se il parco eolico dovesse divenire realtà”.

“Per questi motivi –conclude Mancini- vorremmo sentire la vicinanza dei sindaci della Valmarecchia, che dovrebbero prendere una posizione netta contro il parco. Sollecitiamo anche una presa di posizione da parte dei rappresentanti della Provincia di Rimini e della Regione Emilia Romagna. Occorre recuperare la cultura del territorio, evitando scelte rovinose, dalle quali poi non potremo più tornare indietro”.

 

 

CONFESERCENTI PESARO E URBINO – UFFICIO STAMPA

Via Salvo D’Acquisto, 7 Pesaro   Tel. 0721.40671 – Fax 0721.401761

http://www.confesercentipu.itinfo@confesercentipu.it – Seguici su Facebook

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...