‘Sali a bordo’, Ricci: “Terra di piloti e motori protagonista grazie all’accordo con Enit”

 

 

 

L’iniziativa dell’Agenzia nazionale del turismo con Moto Guzzi a favore dei territori colpiti dal sisma parte da Pesaro e  Tavullia

 

 

PESARO – Al sindaco Matteo Ricci, fautore della ricercata correlazione tra ‘terra di piloti e motori’ e turismo, non poteva sfuggire «Sali a bordo», l’ultima iniziativa lanciata da Enit in collaborazione con Moto Guzzi. Lo scopo è promuovere il turismo nelle regioni terremotate (Marche, Umbria, Abruzzo, Lazio), attraverso un viaggio alla scoperta dei borghi più belli d’Italia. Con la partecipazione di personaggi legati al mondo del design, del food, del cinema, della musica, sotto l’egida dell’Agenzia nazionale del Turismo. Quattro fine settimana in programma (23-25 giugno; 7- 9 luglio; 21-23 luglio; 28-30 luglio) e cinque tappe spalmate nelle tre giorni, per un totale di 1300 chilometri.  Con la sponda con il pesarese Gianni Bastianelli, direttore esecutivo Enit, si concretizza il lancio nazionale da piazza del Popolo e l’avvio dell’iniziativa (da oggi, venerdì 23 giugno) con Pesaro-Urbino. Poi Urbino-Montone (sabato 24 giugno) e Montone-Panicale (domenica 25 giugno). Il percorso, con partenza  dalla ‘Capannina’ sulla Panoramica, toccherà  Fiorenzuola di Focara, Casteldimezzo, Gabicce Monte, Gradara, Tavullia, Montefabbri, Sant’Angelo in Vado, San Giustino, Citerna, Lippiano e Santa Maria Tiberina, Umbertide, Castiglione del Lago, Paciano. Tra le località e i borghi coinvolti nei tre successivi  itinerari anche Grottammare, Ascoli Piceno, Civitella del Tronto, Amatrice, Castel del Monte, Santo Stefano di Sessanio, Roma (Appia Antica), Subiaco, Rieti, Norcia, Ferentillo, Narni, Rocca San Giovanni, Passo Fonte Tettone, Sulmona, Opi, Boville Ernica e Sperlonga.

LE VOCI – Evidenzia Matteo Ricci: «Non si poteva che partire da qui. Siamo la terra dei piloti e motori, in trenta chilometri c’è un unicum mondiale per storia, qualità e futuro del motociclismo. Tavullia, meta di pellegrinaggi continui dei fan di Valentino Rossi, è l’emblema». Per il sindaco, «la terra di piloti e motori è un brand che vogliamo sempre più valorizzare. Con la moto si vive al meglio la bellezza del paesaggio. E i nostri borghi sono luoghi di suggestione. Vogliamo crescere nel turismo, la collaborazione con Enit è un’opportunità di rilievo. E rafforza la strategia». Il consigliere regionale Andrea Biancani cita «la legge ad hoc sulla terra dei piloti e motori, di recente approvata: norma a lungo discussa, alcuni in consiglio regionale non ne hanno percepito il valore. Ma di certo contribuirà a rilanciare il territorio: moto e bici sono due assi su cui la Regione vuole investire». Per il sindaco di Tavullia Francesca Paolucci, «nel territorio c’è una struttura naturale per il turismo su moto. Siamo un piccolo paese, ma accoglienza e ospitalità non mancano. La gente è sempre felice di visitare la terra di Valentino, ci sentiamo responsabili di poter dare una mano alla promozione. I confini non sono muri, le strade uniscono». Alla presentazione sono intervenuti il consigliere Enit Fabio Maria Lazzerini, Federico Aliverti (direttore di ‘Motociclismo’, partner dell’iniziativa), Paolo Pezzini (Gruppo Piaggio).

 

(f.n.)

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...