Bartolucci: “Nuovi mercati agricoli per prodotti a Km zero sulle nostre tavole”

 

Inaugurano  questa settimana quello alle Cinque Torri e nel parcheggio dello stadio Benelli. Già avviato in via della Liberazione. A breve partirà “La merenda del contadino” a Santa Marina Alta

 

Il regolamento comunale dei mercati ha riordinato quelli esistenti e previsto bandi per crearne nuovi. Individuati i gestori

La città avrà quattro nuovi mercati agricoli nei quartieri Cinque Torri, in centro (via della Liberazione), in via Simoncelli, nel parcheggio dello stadio Benelli, e a Santa Marina Alta, all’interno del Parco naturale del San Bartolo. I gestori, gruppi di produttori rappresentati da un coordinatore, sono stati individuati tramite bando pubblico e avranno in concessione i mercati per tre anni. Il regolamento comunale dei mercati (approvato con delibera del Consiglio comunale N127 del 2015) che ha riordinato e disciplinato quelli esistenti, prevedeva cinque ulteriori aree per nuovi mercati e gestori da individuarsi tramite bando pubblico. Sono stati assegnati quattro mercati, non sono infatti arrivate domande per la zona di Vismara.

“Ringraziamo l’Amministrazione comunale – ha dichiarato Ugo Schiaratura del quartiere Cinque Torri -per il lavoro fatto, credo che l’iniziativa si debba allargare per promuovere i prodotti genuini del nostro territorio.”

Questa settimana inaugurano il mercato delle Cinque Torri (giovedì 25 maggio)  e di via Simoncelli (venerdì 26 maggio), quello di via della Liberazione è già partito e a Santa Marina Alta inizierà a breve, entro giugno.

“I quartieri chiedevano da tempo mercati dove comperare prodotti sani del territorio – ha evidenziato Luca Bartolucci assessore al Dialogo – sta infatti crescendo la cultura del mangiare bene.” “Gli obiettivi del Comune sono stati promuovere il cibo sano  e genuino – ha aggiunto Bartolucci – consumando prodotti coltivati da noi. Con la globalizzazione si è perso il radicamento con il territorio, la qualità, il chilometro zero.”

 

Ecco i nuovi mercati:

 

Mercato agricolo delle Cinque Torri

Tutti i giovedì dalle 7 alle 13 a piazza Staranzano  (accanto al cinema Metropolis).

Sono 14 operatori di Cia e Confagricoltura coordinati da Davide Roscetti e propongono formaggio, olio, miele, frutta e verdura,  salumi, carne fresca, confettura, vino e biscotti

 

 

Mercato agricolo di via Simoncelli

Tutti i venerdì dalle 7 alle 13, nel nuovo parcheggio stadio Benelli.

Sono 14 operatori coordinati di Thomas Amici dell’associazione Campagna Amica di Coldiretti.

Vendono formaggio, olio, miele, frutta e verdura,  salumi, carne fresca, confettura, vino e biscotti. Hanno anche il topinambur con caratteristiche importanti per la salute. Si tratta di un tubero, molto versatile in cucina, crudo e cotto, per primi e contorni. Contiene vitamine e inulina, una fibra particolarmente indicata per diabetici, inoltre aiuta a depurare l’organismo.

 

 

Mercato contadino “La Buca” a cura dell’associazione Oltremercato

Giovedì dalle 16 alle 21, in via della Liberazione. E’ già partito

Sono 10 operatori coordinati da Tommaso Lombardi

Offrono frutta, carni e formaggi, miele e prodotti dell’alveare, vino, aceto, erbe aromatiche, tisane, legumi, cereali, farine e birra

 

“La merenda del contadino”, Santa Marina Alta

Venerdì, sabato e domenica 16,30-21,30 da maggio a settembre.

Parco San Bartolo nella zona di fronte all’area sosta, sono 5 operatori coordinati dall’ azienda agricola Agririo di Giuseppe Pierleoni.

I produttori dovranno anche garantire la cura e la pulizia dell’area di sosta proprio per rendere più appetibile il mercato dove si potranno acquistare i prodotti della “merenda del contadino” a base di salumi, formaggi, frutta e verdura.

Questo mercato, non ancora partito ma di prossima apertura, è pensato in particolare per i turisti in visita al Parco naturale del  San Bartolo. Si potranno trovare salumi, pane e porchetta, la birra La Cotta, i vini de Il Conventino, formaggi caprini di Antonio Casula, frutta e verdura. Tra le chicche in vendita, il salame di maiale “sotto cera d’api”, tutto al naturale, si conserva “sotto vuoto” grazie alla cera d’api per 12 mesi. Ha vinto il primo premio all’Expo di Milano per la sostenibilità.

 

Comune di Pesaro

Nella foto: Luca Bartolucci assessore al Dialogo, Stefania Marchionni responsabile dell’unità organizzativa Attività Economiche con i produttori, i rappresentanti del quartiere e le associazioni di categoria

 

 

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...