Pesaro e Urbino, persi quasi 25mila posti di lavoro dall’inizio della crisi. A salvare l’economia provinciale solo le esportazioni

La situazione e le prospettive economiche. Intervengono il Governatore delle Marche Luca Ceriscioli e il segretario nazionale dell’associazione Sergio Silvestrini

Domenica a Montecchio l’assemblea congressuale della CNA che festeggia 70

PESARO – Ventitremila posti di lavoro in meno. La lettura dei dati sulla perdita di occupati forniti dal Centro studi della CNA (su basi Istat), in provincia di Pesaro e Urbino dal 2009 (anno di inizio della crisi), ad oggi, è da far tremare i polsi. Nel 2009 gli occupati erano infatti 164.005. Ad oggi si sono ridotti a 140.529, ovvero 23.476 unità in meno con una perdita secca del 14,3%. Quella di Pesaro e Urbino è la provincia che in termini di occupazione ha pagato di più lo scotto della recessione. In termini percentuali quel quasi 15% (- 14,7%) di posti di lavoro in meno è tre volte superiore al dato negativo di tutte le altre messe assieme (Ancona – 2,7%; Macerata – 1,0%; Ascoli e Fermo -1,5%). Mentre la media regionale è del -4,3%. Questo dato ampiamente negativo si associa a quello delle imprese chiuse nello stesso periodo: quasi 5mila soprattutto nei settori delle costruzioni, della manifattura (mobile, nautica, meccanica pesante e tessile soprattutto), e del commercio.

A controbilanciare in parte questa situazione pesante solo i dati relativi all’export. In otto anni infatti l’export ha portato in dote numeri ragguardevoli. Nel 2009 la provincia di Pesaro e Urbino esportava prodotti per 1.582.003.906 euro. Nel 2016 la bilancia export registra un segno positivo più che lusinghiero con un fatturato che ammonta a 2.462.791.588 euro, ovvero 880.787.682 euro in più rispetto al 2009, pari al 55,7% con la meccanica che fa la parte del leone nel volume di prodotti esportati.

Questi dati e la situazione economica relativa alla nostra provincia saranno al centro della XI° Assemblea congressuale territoriale della CNA di Pesaro e Urbino, un appuntamento a cadenza quadriennale nel quale si tracciano bilanci e si indicano le strategie per il futuro e che conclude una serie di incontri sul territorio nel corso del quale l’associazione ha incontrato i propri associati per mestieri e appartenenza territoriale.

All’assemblea provinciale, che la CNA ha deciso di celebrare nel territorio e che si terrà domenica 14 maggio con inizio alle ore 9.30 all’Hotel Blu Arena di Montecchio (Vallefoglia), interverranno tra gli altri il Governatore della Regione Marche, Luca Ceriscioli e il segretario generale della CNA, Sergio Silvestrini.

Ai lavori che saranno aperti dal saluto del sindaco di Vallefoglia, Palmiro Ucchielli e dal presidente della Provincia, Daniele Tagliolini, interverrà anche il presidente della Camera di Commercio, Alberto Drudi. La relazione introduttiva dell’assemblea che ha come slogan l’headline nazionale dell’associazione, “Connessi al cambiamento”, sarà tenuta dal presidente uscente della CNA di Pesaro e Urbino, Alberto Barilari. Seguirà quella del segretario provinciale Moreno Bordoni. Le conclusioni sono affidate al segretario nazionale della CNA, Sergio Silvestrini.

Al termine dell’assemblea territoriale della CNA di Pesaro e Urbino, che giusto quest’anno festeggia i 70 anni dalla sua fondazione, saranno eletti i nuovi organismi provinciali.

 

CNA di Pesaro e Urbino

info@cnapesaro.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...