Prende il via giovedì 11 maggio il ciclo di conferenze Metamorfosi contemporanee nella sala Rossa del Comune di Pesaro

Con Arte e Letteratura: le Metamorfosi, prende il via un ciclo di conferenze curato dal giornalista Paolo Montanari dal titolo Metamorfosi contemporanee, giovedì 11 maggio alle ore 18,30, nella sala Rossa del Comune di Pesaro. L’iniziativa è organizzata dall’associazione culturale Pegasus e Assonautica di Pesaro, con il patrocinio del Comune di Pesaro, assessorato alla Bellezza, Arcidiocesi di Pesaro, Università agli studi Carlo Bo di Urbino, Regione Marche Assemblea legislativa, Provincia di Pesaro e Urbino, Pro Loco di Candelara, Biblioteca Bobbato, Amat, Comune di Mombaroccio.

Nel primo incontro la professoressa Silvia Cuppini, docente di Arte contemporanea analizzerà l’arte nei suoi cambiamenti di tendenze figurative e di movimenti avanguardistici che stanno caratterizzando i nostri tempi. Per l’occasione il curatore della rassegna, Paolo Montanari, presenterà il nuovo libro di poesie del professor Giovanni Darconza, noto ispanista dell’Università di Urbino, dal titolo “Materia oscura”. “E’ un libro, sottolinea Montanari, che è stato scritto in italiano con la traduzione bifronte in spagnolo. L’importanza di queste poesie è che rappresentano le nuove tendenze della poesia americana nei paesi di tradizione ispanica. Temi come il dolore, l’amore, il ricordo, la speranza, hanno subito negli ultimi decenni, delle trasformazioni legate ai mutamenti socio.culturali ed economici dell’America Latina. Giovanni Darconza ha vissuto e vive a contato con la Bolivia, Nicaragua, Argentina, Brasile e partecipa ogni anno al Festival mondiale della Poesia di Bogotà. Viene spontaneo chiedersi, ma dietro ai mutamenti di questi paesi, alcuni emergenti anche da un punto di vista culturale, non vi è il modernismo, nato nel 1888, ma poi diffusosi per oltre un secolo in Sud America? Certamente vi sono degli elementi provenienti da questo movimento, che ha visto importanti poeti come Jimenez e Machado. Darconza analizzerà queste metamorfosi culturali”.
Ingresso libero
Il curatore Paolo Montanari
Nella foto il professor Giovanni Darconza

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...