Asili nido, la legge 1044 compie 41 anni

aquilone 031Il 2 dicembre di 41 anni fa veniva approvata la legge 1044 che istitutiva gli asili nido. La legge, finalizzata soprattutto allo stanziamento di fondi per la creazione di asili nido, li definiva come un “servizio sociale di interesse pubblico”. Sebbene attribuisse a tali servizi una finalità prevalentemente assistenziale, non ancora educativa, è stata determinante per lo sviluppo e

la diffusione degli asili nido in Italia e ha dato una prima risposta all’esigenza di famiglie e bambini di avere servizi per la prima infanzia.

Dall’istituzione degli asilo nido ad oggi il pensiero educativo e la pedagogia, che nel frattempo è passata a scienza dell’educazione, hanno fatto passi da gigante e anche le finalità del nido si sono trasformate, diventando sempre più centrate sul bambino.

“Ricordare oggi questo avvenimento è occasione per considerare il valore e l’importanza dei servizi educativi nella nostra società, come portatori di una cultura dell’infanzia che tuteli i diritti del bambino e supporti le famiglie nel loro ruolo”, spiega l’assessore alle Politiche educative Marco Signoretti.

“Il nido d’infanzia oggi (così ridefinito dalla L.R. 9/03) è un servizio educativo che accoglie bambini da 3 a 36 mesi, attento al loro benessere psicofisico, ai bisogni affettivi, relazionali e di cura, nel rispetto dei tempi di crescita di ciascuno – continua l’assessore -. Tale obiettivo ha come prima alleata la famiglia, che viene accolta insieme al bambino. La risposta a questi bisogni si concretizza attraverso le scelte pedagogiche quotidiane, come ad esempio l’accoglienza dei bambini in piccoli gruppi e in spazi raccolti o le cure quotidiane (l’accoglienza, il momento del pasto o del sonno) vissute come momenti privilegiati di relazione. La professionalità delle educatrici è sostenuta dal confronto con il coordinamento Pedagogico e dai percorsi di formazione che ogni anno vengono realizzati”.

Alcuni giorni fa l’assessore Marco Signoretti, la dirigente e il coordinamento Pedagogico hanno incontrato i presidenti dei Comitati di gestione dei nidi i quali hanno espresso il loro vivo apprezzamento per il servizio educativo fornito dai nidi di infanzia del comune di Pesaro.

Hanno riconosciuto non solo l’importanza del servizio offerto direttamente ai loro bambini, ma anche l’utilità del sostegno e dei suggerimenti messi a disposizione da insegnanti e pedagogiste ai genitori impegnati nel difficile, ma meraviglioso compito di crescere ed educare i loro figli.

A tal proposito il coordinamento Pedagogico ha programmato tre incontri per l’anno scolastico 2012/2013 rivolti ai genitori dei bambini iscritti che saranno tenuti dalle pedagogiste.

Per l’anniversario della legge 1044 i nidi del Comune di Pesaro hanno aderito all’iniziativa promossa dal Gruppo Nazionale Nidi Infanzia “1044 PERCHE'” che raccoglierà le motivazioni per cui è importante investire nei servizi per l’infanzia e le invierà al Governo.

Pertanto dal 3 al 7 dicembre i nidi proporranno ai genitori dei bambini frequentanti di dare il loro personale contributo alla raccolta, scrivendo su un cartellone perché sono importanti i servizi per l’infanzia e perché occorre garantirne la qualità.

L’importanza della frequentazione di servizi per l’infanzia di qualità è stata anche evidenziata in più studi e da più studiosi con diverse competenze: economisti, pedagogisti (ad esempio: Studio Del Boca – Pasqua dell’Università di Torino, Fondazione Agnelli, 2010).

Comune di Pesaro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.